fbpx

Si mettono a punto in queste ore gli ultimi dettagli di natura logistica e tecnica, nella ridente cittadina ragusana nella quale, secondo la millenaria tradizione culinaria siciliana, si “magnifica il porco” e si produce un olio d’oliva dalle qualità organolettiche ben conosciute e apprezzate su tutto il territorio nazionale. Per sabato 28 e per domenica 29 maggio c’è infatti un appuntamento da non perdere, per i numerosi appassionati di motori della provincia di Ragusa e siciliani, più in generale. Per quella duplice data, il calendario automobilistico varato da Aci Csai propone infatti lo Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi (a cui è abbinato nuovamente il Memorial “Gianmarco Firullo”), gara ormai assurta ad un vero e proprio “classico” nel panorama regionale della specialità. La kermesse, approdata altresì quest’anno alla sua undicesima edizione, sarà valevole ancora per il campionato siciliano Slalom Aci Csai. A curare gli aspetti tecnici di una sfida sportiva considerata tra le più prestigiose in campo regionale sarà ancora una volta il Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola e Dario Cirrito, da oltre 30 anni nel mondo delle corse, mentre il patrocinio alla competizione sarà assicurato dalla Provincia regionale di Ragusa nonché dal Comune di Chiaramonte Gulfi, con il testa l’appassionato e competente “sindaco-pilota” Giuseppe Nicastro, il quale farà di tutto per schierarsi anche quest’anno ai nastri di partenza della corsa, al volante di una delle sue vetture. A collaborare fattivamente lo staff organizzatore sarà pure quest’anno l’Associazione sportiva piloti Chiaramonte Gulfi, coordinata dall’ex ‘driver’ di fama regionale Enzo Sgarlata. In attesa di poter conoscere la prossima settimana il numero definitivo degli iscritti ed i nomi certi dei piloti ‘papabili’ per la vittoria assoluta, l’undicesimo Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi è stato intanto autorizzato dai vertici Aci Csai ad ospitare per la prima volta le Autostoriche, nonché le vetture Formula, queste ultime con una speciale classifica separata dal contesto della manifestazione. Ad imporsi lo scorso anno per una manciata di decimi di secondo, al culmine di una sfida tra i birilli ricca di colpi di scena, è stato l’esperto trapanese (di Buseto Palizzolo) Andrea Raiti, su Osella PA 21S Honda con i colori della Diemme Racing, abile a precedere con un ultimo “colpo di reni” sulla dirittura d’arrivo l’altro bravo trapanese (questi di Custonaci) Alberto Santoro, pure lui su Osella. Raiti può vantare così due successi nell’albo d’oro dello slalom (2006 e 2010), gli stessi ostentati dal giovane compaesano due volte campione italiano Slalom under 23 Giuseppe Gulotta (che qui s’impose nel 2008 e nel 2009). Il record di vittorie (tre, ossia nel 2003, 2004 e 2005), lo detiene però il “veterano” mazarese Girolamo Arresta.  Nessuna particolare novità è stata nel frattempo annunciata per quanto concerne il collaudato percorso di gara, confermato nella sua interezza dal comitato organizzatore. Lo Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi numero undici si disputerà sul classico tracciato della lunghezza di 3,720 km, che si articola lungo una parte della strada provinciale 7, compresa tra i comuni di Comiso e Chiaramonte Gulfi (con ‘intersezione’ sulla strada provinciale 108). La zona di partenza verrà localizzata anche per quest’anno nelle immediate adiacenze del Centro commerciale “Villaggio Gulfi”, funzionale “cuore” logistico della kermesse, all’altezza di contrada Roccapalumba, mentre la bandiera a scacchi verrà sventolata in prossimità del centro abitato di Chiaramonte Gulfi, non lontano dalla via Togliatti, con parco chiuso ubicato nella centralissima piazza Duomo, il “salotto buono”della cittadina ragusana, a due passi dal Municipio. Lo Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi si articolerà nuovamente sulla distanza delle tre manches, in totale, mentre saranno quindici le postazioni di rallentamento complessive con i birilli per i concorrenti. La competizione entrerà nel vivo sabato 28 maggio, con le rituali verifiche sportive (in programma dalle 15 alle 19.30 negli uffici municipali interni al Centro commerciale “Villaggio Gulfi”) e tecniche (previste nel medesimo contesto dalle 15.30 alle 20, nel piazzale antistante il citato Centro commerciale “Villaggio Gulfi”). La partenza della prima vettura, per la gara, è invece fissata per l’indomani, domenica 29 maggio, alle 9, mentre la chiusura del percorso avverrà alle 7. I concorrenti saranno premiati a fine manifestazione nella sala congressi “Leonardo Sciascia”, accanto il Palazzo di Città. Le iscrizioni potranno pervenire sul tavolo degli organizzatori sino a lunedì 23 maggio. Lo Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi finirà con il porre inevitabilmente ancora una volta sotto i riflettori regionali e nazionali la cittadina medievale ragusana, dove arte e cultura, gastronomia e tradizione, finiscono per incrociarsi su livelli altrove forse inarrivabili. Chiaramonte Gulfi è la città dei Musei. Se ne trovano ben otto, tutti incastonati nel novero di un centro storico e di palazzine dal sapore millenario, tutti “vivibili” dai turisti e dai semplici appassionati di motori che si prevede invaderanno il comune ibleo nel prossimo fine settimana. A partire dal Museo di Arte sacra, nonché dal Museo dei Cimeli storico militari, per proseguire su questa ideale linea storico-culturale con il Museo del Ricamo e dello Sfilato siciliano, quindi con la Casa Museo Liberty, con l’interessante Museo Ornitologico (dove vi sono custoditi esemplari impagliati di alcune specie di uccelli estinti nella nostra regione), ancora con il Museo degli Strumenti Etnico musicali, con la Pinacoteca “Giovanni De Vita” e con l’irrinunciabile Museo dell’Olio, dove è riproposto un interessante “spaccato” dell’antica civiltà contadina siciliana. Olio d’oliva che rappresenta anche il “cuore pulsante” dell’intera economia chiaramontana. Un riconoscimento “dop” per l’extravergine di oliva “Monti Iblei” e per il “Gulfi”, che, abbinato ad un gustoso “Percorso dell’olio e dei sapori” ed all’antica tradizione locale relativa alla sapiente lavorazione delle carni del maiale (i salumi sono di eccellente qualità), fa di Chiaramonte Gulfi un paese “dove si mangia veramente bene”, secondo quanto ama dichiarare il sindaco, Giuseppe Nicastro. Parimenti all’attesa che suscita l’imminente Slalom Città dei Musei, cresce anche l’interesse per il successivo 3° Slalom Città di Castelbuono, in programma sulle Madonie palermitane per il 26 giugno, confermatissimo nel suo progetto di massima dal Team Palikè e dal locale comitato organizzatore, dopo il gradimento riscontrato nelle passate edizioni, in un’area geografica dove la cultura per i motori è per tradizione viva e sentita dalla gente del luogo.