Minacce ai responsabili del Consorzio di bonifica

Nuovo messaggio intimidatorio nei confronti del responsabile del consorzio di bonifica Sicilia Occidentale Giovanni Tomasino. All’uomo è arrivata una busta anonima con all’intero un ritaglio di giornale, ovvero l’articolo dello scorso 22 novembre nel quale si dava notizia di una prima intimidazione.

I carabinieri della tenenza di Favara stanno cercando di individuare la giusta pista investigativa. L’ipotesi investigativa che sembrerebbe essere privilegiata è quella della reiterazione dell’intimidazione fatta al direttore del consorzio.

Testa d’agnello mozzata con in bocca una cartuccia, intimidita una guardia giurata

Una testa d’agnello mozzata con in bocca una cartuccia calibro 12. Macabro messaggio intimidatorio quello che è stato “recapitato” ad una guardia giurata quarantenne di Canicattì. Del caso – nell’assoluto riserbo investigativo – si stanno occupando i carabinieri. Qualcuno ha sfondato il vetro dell’autovettura, lasciata posteggiata lungo una strada di Canicattì e all’interno dell’abitacolo ha collocato l’inquietante “missiva”.

E’ stata formalizzata una denuncia, contro ignoti, ai carabinieri che hanno anche posto sotto sequestro la cartuccia calibro 12, nonché la testa mozzata dell’agnello. 

Coltivava in casa marijuana. Arrestato 22enne

In casa aveva una serra per la produzione di marijuana. I Carabinieri della Stazione di Campobello di Licata hanno arrestato lo scorso fine settimana un giovane di 22 anni. La coltivazione della canapa indiana era stata organizzata in modo professionale, completa di sistemi d’irrigazione, climatizzazione ed illuminazione. Il giovane, oltre alle attrezzature necessarie per la coltivazione, aveva anche un manuale che conteneva un elenco delle diverse varietà di piante di marijuana esistenti, della loro resa in termini di prodotto, dei tempi di crescita ed ogni dettaglio tecnico utile per coltivarle. I militari dell’Arma, durante l’intervento nell’abitazione del giovane, hanno scoperto che la serra era alimentata tramite corrente elettrica sottratta alla rete per mezzo di un allaccio abusivo. Il riscaldamento della serra avveniva appunto tramite potenti lampade alogene, che creavano il microclima ideale per una rapida crescita delle piante di cannabis. Nella disponibilità dell’arrestato, i Carabinieri hanno inoltre rinvenuto il materiale necessario per il confezionamento della marijuana essiccata.  Lo stupefacente sarebbe stato poi immesso sul mercato illecito per fruttuosi guadagni.

Al via “Riberella Winter Food Festival”

Parte ufficialmente giovedì 6 dicembre il Riberella Winter Food Festival. Ma già da questa mattina sono iniziate le iniziative collaterali nelle scuole. L’evento è realizzato con la collaborazione di un sodalizio che vede il consorzio di tutela dell’Arancia di Ribera Dop, accanto all’amministrazione comunale e alla Pro Loco di Ribera, al Comune di Calamonaci ed alla Adv Network, oltre a tanti partners istituzionali e privati.

La Sagra rappresenta un valido strumento, anche se non il solo, per sostenere e rilanciare concretamente il comparto agricolo – dichiara l’assessore all’Agricoltura di Ribera, Mimmo Aquè – in quanto volano principale dell’economia cittadina e del comprensorio”