La bombola del gas funziona male e scoppia un incendio: salvi due 80enni

La bombola del gas funziona male. All’improvviso, mentre una coppia di anziani era intenta a cucinare, divampa l’incendio. Fiamme che hanno immediatamente “aggredito” l’intera cucina. Le urla, ma anche il fumo nero, hanno richiamato l’attenzione di alcuni vicini di casa che hanno subito aiutato i coniugi – lei di 81 anni, lui di un anno più grande – ad allontanarsi dalla residenza di via Catania a Palma di Montechiaro. S’è temuto, inevitabilmente, che la bombola del gas potesse scoppiare da un momento all’altro. I pompieri, dopo aver spento le fiamme, hanno – in via precauzionale – dichiarato l’intero immobile, che è costituito da tre piani, inagibile. 

 

Valle dei Templi, un milione di visite nel 2018

Il Parco della Valle dei Templi di Agrigento ha toccato , nel 2018, quota un milione di ingressi e si posiziona tra i primi siti italiani. Il numero arriva dal “Rapporto di sostenibilità” per l’anno 2017 realizzato per la prima volta per il Parco archeologico.

Le statistiche mostrano una crescita da record: nel 2018 il bookshop ha emesso 53.637 scontrini contro i 31.553 scontrini dello scorso anno; 124.173 persone hanno frequentato la caffetteria; le visite guidate sono passate dalle 5.478 della passata stagione alle 7.615 conteggiate fino a questo ottobre mentre il numero di chi ha usufruito delle audio guide (in italiano, inglese, tedesco e francese) è cresciuto da 34.098 visitatori agli attuali 45.615.  Fatto unico in Italia, il Parco ha venduto 352 abbonamenti annuali per residenti per la partecipazione a visite, eventi e manifestazioni, tra queste il solo mandorlo in fiore ha fatto segnare 20mila spettatori.  Lo studio ha anche disegnato l’identikit del visitatore tipo: ha tra i 26 e i 65 anni, visita il sito per la prima volta anche se ne ha sentito parlare attraverso i principali mezzi di comunicazione, ha un livello di istruzione medio alto, con una lieve predominanza di donne . Di nazionalità italiana, francese e tedesca è per lo più un professionista , un pensionato o un impiegato del settore privato e pubblico . Si ferma poco (una o due notti) nella provincia di Agrigento, prevalentemente in b&b o case in affitto ; raggiunge il posto con un mezzo proprio e consuma almeno un pasto nei ristoranti della zona . Dunque Agrigento continua ad essere vittima del “turismo di passaggio”.

Morì a causa di una infezione contratta dopo un intervento, chiesti 732 mila euro di risarcimento

Chiesto un risarcimento danni da 732 mila euro. Lo hanno fatto i familiari di una donna che venne ricoverata – era il 16 febbraio del 2009 – al reparto di Ortopedia dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento e dove è stato ritenuto, dai familiari, che abbia contratto una infezione a causa della quale, dopo qualche anno, è morta.La donna era stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico all’anca destra ed è in questa circostanza che si ritiene che abbia contratto una infezione da strafilococco aureo, motivo per il quale il 2 luglio dello scorso anno è deceduta. Gli eredi hanno dunque chiesto il maxi risarcimento all’azienda sanitaria provinciale di Agrigento. La direzione sanitaria, non avendo riscontrato elementi a carico dei sanitari e della struttura ospedaliera, secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia, ha ritenuto di aderire al procedimento di mediazione promosso dagli eredi. Il sinistro non è coperto da polizza assicurativa, quindi la somma che verrà stabilita in sede di mediazione andrà a gravare sul bilancio dell’azienda.

Ancora nessuna notizia del 27enne agrigentino scomparso, appello della madre

Ancora nessuna notizia del 27enne agrigentino scomparso. Si tratta di Salvatore Aleo, di cui non si hanno più informazioni dallo scorso 6 dicembre. L’uomo, per lavoro si era trasferito a Londra.La famiglia del ragazzo ha creato una pagina Facebook, che viene costantemente aggiornata.  

Un accorato appello anche da parte di mamma Giusy: “I giorni passano – scrive la donna – ed il silenzio mi sta uccidendo poco alla volta. Cosa devo fare? Chiedo a tutti, anche quelli che stanno in politica di aiutarmi Trovate mio figlio. Mi legge tutto il mondo e nessuno o sa o sta facendo qualcosa per trovare Salvo?”

Il 27enne sarebbe dovuto tornare ad Agrigento per un breve periodo di vacanza in coincidenza con il Natale.