Arrestato due volte nel giro di neanche 24 ore.

Arrestato due volte nel giro di neanche 24 ore. Prima, nei pressi dei locali della movida, mentre aveva le tasche del giubbotto piene di hashish e marijuana. Subito dopo l’arresto è stato posto ai domiciliari, a Palma di Montechiaro. Ma 24 ore dopo appunto è stato nuovamente riacciuffato in via Vallicaldi, nel centro storico di Agrigento. Questa volta non aveva con se alcuna dose di “roba”: sembra verosimile – stando alle ipotesi investigative – che ancora non si fosse rifornito. E’ stato, però, arrestato – ed è stata la seconda volta in 24 ore – per evasione dai domiciliari. Il protagonista del doppio arresto, realizzato dai carabinieri della compagnia di Agrigento, è stato un diciottenne del Gambia.

Controlli antidroga della polizia di stato

Controlli antidroga della polizia i due istituti scolastici, al Fermi , nella zona industriale di Aragona e al Nicolà Gallo di Agrigento. Il cane antidroga “Eskilo” delle Fiamme Gialle ha segnalato , nelle vicinanze dell’istituto Fermi la presenza di 1, 6 grammi di hashish, 8,1 grammi di marijuana ed uno spinello. Anche al Nicolò Gallo è stata l’unità cinofila della Guardia di Finanza a trovare sostanza stupefacente: 8 grammi di hashish, un coltello da cucina con lama intrisa dello stupefacente ed uno spinello già confezionato. Inoltre il cane “Eskilo”ha fiutato ad uno studente la presenza di sostanza stupefacente: nella tasca del pantalone indossato dal giovane, è stata rivenuta una piccola quantità di stupefacente. Lo studente è stato segnalato all’autorità amministrativa quale assuntore. Controlli anche in Piazzale Rosselli, ad Agrigento, dove agenti della Volante avrebbero notato due extracomunitari con attenggiamento sospetto. I due immigrati avrebbero gettato un involucro contenenti meno di un grammo di eroina.

“Compà, hai fumo? Un pezzo quanto costa?”: giovane chiede droga a un carabiniere

Compà, hai fumo? Non ho tanti soldi. Un pezzo quanto costa?” Sono le domande che sono rivolte – da un giovanissimo – ad un carabiniere. Un militare dell’Arma, in borghese, che era in giro di perlustrazione fra piazza Ravanusella e via Atenea, ad Agrigento. Il giovane, chiaramente non sospettando minimamente che quello fosse un carabiniere, ha avvicinato l’uomo e gli ha chiesto del “fumo”. A tamburo battente, il carabiniere ha risposto dicendo: “Non vendo droga!”. Il giovane ha continuato a chiedere: “Non è che sai dove posso trovare un po’ di fumo?” Il carabiniere è uscito allo scoperto. Si è qualificato ed ha identificato subito il giovane.