Agrigento, scattano nuovi divieti di balneazione: tutte le zone off limits

Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, ha firmato nelle ultime ore i divieti di balneazione in alcuni tratti di costa.  Per la stagione balneare 2019, con inizio primo di aprile e termine il 31 di ottobre, il divieto riguarderà – per rischio crolli – la località Caos, per un tratto lungo 1.900 metri, e la località Drasy per un tratto lungo 3 mila metri.

Per il Caos, negli anni passati, il divieto è stato fra i 200 e i 300 metri. Divieto di balneazione anche alla foce del fiume Akragas, per una lunghezza di 500 metri e divieto permanente anche 200 metri a destra e 200 metri a sinistra dalla foce del Fiume Naro.

Agrigento, 15 enne scomparso nel nulla: avviate le indagini

E’ scomparso ad Agrigento un ragazzo di 15 anni, Alfonso Gabriele Lo Canto. La famiglia dopo i primi appelli sui social, hanno denunciato la scomparsa ai Carabinieri, secondo i quali si tratterebbe di allontanamento, e sono già a lavoro per ritrovare il ragazzo, diramando l’appello in tutta Italia.

Se dovesse capitarvi di vederlo, commenta uno dei familiari su Facebook, il telefono di riferimento è lo 0922 499945 o, più semplicemente, il 112”

Sequestrato studio odontoiatrico

I carabinieri del Nas di Palermo hanno sequestrato – ad Aragona – uno studio odontoiatrico. Un quarantasettenne è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. L’ipotesi è esercizio abusivo della professione medica. E altre due persone – l’amministratore unico e il direttore sanitario – sono state deferite per “concorso”: di fatto, secondo l’accusa, non potevano non sapere. Lo studio medico è stato sequestrato – dai carabinieri del Nas di Palermo, che hanno lavorato con la collaborazione dei militari della stazione cittadina, – con tutto il suo contenuto: quindi la tradizionale sedia utilizzata dagli odontoiatri e dentisti, i ferri e perfino una sorta di studio radiografico.