Si mette “mano” alla manutenzione: al via i cantieri servizio ad Agrigento

129 persone impegnate per tre mesi: sono stati finanziati i cantieri di servizio che permetteranno di mettere mano alla manutenzione ordinaria e straordinaria della città di Agrigento. Delle 129, quaranta si occuperanno di scerbatura dei cigli stradali e, in particolare, venti in centro città  e venti nelle periferie; altri venti, invece, attueranno piccole riparazioni negli immobili comunali, comprese le scuole; altri ancora opereranno per la derattizzazione e il randagismo e a supporto di altri servizi.  In particolare la città sarà interessata da servizi di pulitura di caditoie e cunette stradali e di scerbatura  nel centro urbano e nelle periferie; servizi di derattizzazione del territorio comunale e degli edifici di pertinenza comunale; diverse unità saranno impegnate come custodi, o  in attività di  supporto al servizio di lotta al randagismo e al servizio di manutenzione del verde pubblico nelle ville comunali, nelle aiuole, negli spazi pubblici, oltreché  a interventi di decoro urbano,  piccole riparazioni e manutenzione degli immobili comunali e delle isole ecologiche. I  portatori di handicap saranno destinati a servizio di supporto dell’attività degli uscieri negli uffici comunali. I soggetti beneficiari percepiranno da un minimo di 453 euro a un massimo di 1223. “Diamo una risposta ai cittadini che chiedono giustamente più ordine e pulizia e  una risposta agli operatori turistici e commerciali che tengono molto a offrire a clienti e visitatori un maggior decoro; diamo contemporaneamente una risposta, seppur limitata nel tempo, alle famiglie più disagiate che meritano di poter contare su un’occasione di lavoro” sostiene il sindaco Lillo Firetto .

Sanità in Sicilia, stabilizzazione dirigenti: approvato emendamento in commissione Salute all’Ars

Passi avanti, anche in Sicilia, verso la stabilizzazione del personale della dirigenza amministrativa professionale e tecnica del Servizio sanitario nazionale. Un emendamento aggiuntivo al collegato alla Finanziaria è stato approvato oggi all’unanimità dalla commissione Salute dell’Ars, presieduta da Margherita La Rocca Ruvolo, dopo l’audizione congiunta con la commissione Lavoro presieduta da Luca Sammartino.

L’emendamento, proposto dalle due commissioni a margine dell’audizione dell’assessore regionale per la Salute Ruggero Razza e dei rappresentanti sindacali, è stato varato con il parere favorevole del governo. Il testo passerà adesso al vaglio della commissione Bilancio.

“Stiamo cercando così – dichiara La Rocca Ruvolo – di dare risposte concrete ai precari della sanità siciliana finora esclusi, per motivi tecnici legati al piano di rientro, dalle stabilizzazioni nel settore sanitario avviate dal governo regionale che hanno già coinvolto oltre quattromila lavoratori. Tra le soluzioni proposte oggi, quella dell’emendamento al ‘collegato’ ci è sembrata la più concreta e la più rapida per poter procedere anche con la stabilizzazione del personale della dirigenza amministrativa professionale e tecnica il cui bagaglio di esperienze e competenze acquisite negli anni è di fondamentale per poter mandare avanti la macchina sanitaria regionale”.

Ecco il testo dell’emendamento: “Nella Regione siciliana, in applicazione dei commi 1 e 2 dell’articolo 20 del decreto legislativo 25 aggio 2017, n. 75 si avviano le procedure di stabilizzazione per il personale dirigenziale e non dirigenziale del Servizio sanitario nazionale facente parte dell’area della dirigenza medica, sanitaria, veterinaria, professionale, tecnica e amministrativa nonché per il personale delle amministrazioni finanziate dal Fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca ove lo stesso abbia maturato il periodo di cinque anni di lavoro negli ultimi otto anni rispettivamente presso diverse amministrazioni del Servizio sanitario nazionale o presso diversi enti e istituzioni di ricerca”.

Rintracciato a Palermo, il 15enne scomparso ad Agrigento

È stato ritrovato a Palermo in corso calatafimi, il ragazzo quindicenne di Agrigento, Alfonso gabriele Lo Canto che si era allontanato dalla città.

Dopo oltre 24ore di ricerche ininterrotte, estese a tutta l’isola con 100 militari in campo, i carabinieri di Agrigento guidati dal Colonnello Giovanni Pellegrino sono riusciti a rintracciare l’adolescente mentre era alle prese con un bancomat nel tentativo di effettuare un prelievo.

Sorpresi dentro casa, fingono di essere i proprietari, facendosi trovare a letto: arrestati

Sorpresi dentro casa, fingono di essere i proprietari, facendosi trovare a letto. E accaduto a Ribera dove i carabinieri hanno arrestato due tunisini.

I militari della locale Tenenza erano stati chiamati da alcuni vicini di casa insospettiti dai rumori provenienti da un appartamento del centro. I Carabinieri sarebbero entrati silenziosamente nell’abitazione, iniziando ad ispezionare tutti locali. Giunti all’interno di una delle camere da letto, sotto le coperte di un letto matrimoniale hanno trovato due soggetti di origine tunisina. Alle domande dei Carabinieri, i due, dimostrandosi assonnati e quasi infastiditi per il controllo, hanno tentato di sostenere di essere i proprietari di casa e di stare riposando. È bastato ovviamente poco per contattare i reali proprietari dell’appartamento, per verificare l’ammanco di alcuni oggetti da casa e per far scattare le manette ai polsi dei due, che sono finiti agli arresti domiciliari con l’accusa di tentato furto.

“Cibiltà, usiamo il cibo civilmente”: è il tema del concorso “Premio Benedetto Aldo Timineri”

Ottava edizione del “Premio Benedetto Aldo Timineri”, istituito per ricordare la figura dell’avvocato agrigentino, consocio del Rotary Club Agrigento, e per divulgare i valori etici del Rotary nelle giovani generazioni. Quest’anno il concorso è stato riservato alle classi della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado della Città di Agrigento sul tema “Cibiltà, usiamo il cibo civilmente”. Duei vincitori a cui sono andati i premi in denaro messi a disposizione dal Club, uno per la migliore produzione della Scuola Primaria ed uno per quella della Scuola Secondaria di primo grado. I componenti la commissione e il Consiglio Direttivo con in testa il Presidente, Maurizio Russo e il segretario del Club, Salvo Alaimo, hanno con conferito il primo premio per la sezione Scuola primaria agli alunni della classe quarta B – Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” – plesso “Nuova Manhattan” –. Il primo premio per la sezione Scuola secondaria di primo grado è stato assegnato alla classe prima B Istituto Comprensivo “Agrigento-Fontanelle” plesso “Vincenzo Reale”. La Commissione ha inoltre consegnato un attestato di merito agli autori di una decina di elaborati di varia natura distintisi per aver centrato il tema proposto.