Polizia stradale: raffiche di multe

Trasportava mozzarelle, salumi e yogurt nonostante l’impianto refrigerante non funzionasse. Un altro mezzo è stato pizzicato mentre trasportava pane in recipienti privi di coperchio e quindi, di fatto, inidonei. Poi è stato trovato anche un furgone che trasportava prodotti ittici senza alcuna autorizzazione e senza alcun impianto frigo e infine un trasportatore di prodotti agricoli è stato sanzionato per i tempi di guida. 

Negli ultimi giorni, lungo le strade statali 640 e 115, nei pressi di Agrigento, Porto Empedocle, Licata e Sciacca, i poliziotti della Stradale – coordinati dal vice questore Andrea Morreale – hanno sviluppato una serie di controlli mirati proprio sui mezzi che si occupano del trasporto di sostanze alimentari. Diverse le contravvenzioni elevate.

Sarà operativo il numero unico per l’emergenza 112

Da martedì prossimo, anche per la provincia, diventa operativo il numero unico per l’emergenza 112. E con una centrale unica di risposta NUE 112 Sicilia Occidentale, i cittadini non potranno che avere una risposta rapida ed efficiente alle chiamate di emergenza e di soccorso, un servizio multilingue, la localizzazione e l’identificazione delle chiamate. Garanzie che dovrebbero tradursi nell’aumento della percezione di sicurezza.
Le chiamate al 112 al 113 al 115 e al 118 arriveranno tutte alla centrale unica di risposta che localizzerà la telefonata e, a seconda del tipo di emergenza, la indirizzerà alla centrale operativa appropriata. Con il NUE 112 Sicilia Occidentale arriveranno alle centrali operative soltanto le chiamate di reale emergenza, che si attestano attorno al 50% delle chiamate totali.
Tutto il traffico telefonico e tutti i dati relativi agli eventi verranno, naturalmente, registrati.

“Prove per una sicura fruzione alla scala dei turchi”

“Prove per una sicura fruzione alla scala dei turchi di Realmonte”. Ieri è stato realizzato un soprallupogo da parte della capitaneria di Porto Empedocle nel versante Est della Scala dei Turchi, oggetto dei lavori in corso per eliminare il pericolo crolli. Presenti , tra gli altri, il sindaco di Realmonte Lillo Zicari, il comandante in seconda della Capitaneria di Porto di Porto Empedocle, Daniele Governale, Carmelo Arcieri del servizio Regionale di Protezione civile per la Provincia di Agrigento,  Antonino Fera della Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Agrigento, ed i rappresentanti della ditta che sta eseguendo i lavori. Obiettivo primario, verificare sul luogo la possibilità di adottare misure idonee a mitigare il pericolo residuale di caduta di detriti dalla parete rocciosa, su cui stanno proseguendo i lavori di messa in sicurezza della parte sommitale della falesia e valutare così la riduzione dello specchio acqueo e del tratto di arenile ancora oggi interdetti in modo da poter consentire il transito dei visitatori. L’ipotesi che si sta valutando è quella di tracciare un percorso in prossimità del bagnasciuga del tratto di arenile che dal lato del lido Majata conduce alla Scala dei Turchi. Allo studio la creazione di una barriera ed una zona “cuscinetto” lato mare, lasciando la possibilità di transito in una fascia di arenile adiacente il bagnasciuga.

False vendite sul web, un arresto a Favara

Nicolò Pollicino, 28 anni di Favara è stato arrestato dai Carabinieri della locale Tenenza per l’ipotesi di reato di truffa aggravata. Il giovane si sarebbe reso responsabile di diversi raggiri effettuati tramite la fittizia vendita di prodotti su internet. Nello specifico, il 28enne, avrebbe pubblicato, sui portali commerciali, le foto di diversi prodotti in vendita: dagli smartphone ai ricambi per mezzi pesanti. Le ignare vittime, attirate anche da prezzi vantaggiosi, procedevano al pagamento senza però ricevere mai il prodotto acquistato.  Secondo gli inquirenti, i colpi messi a segno avrebbero fruttato circa 9 mila euro. Il maldestro truffatore si sarebbe incastrato con le sue stesse mani, perché convocato nella Caserma di via Olanda, insieme ad altri soggetti, era ritenuto persona sospetta, durante una conversazione telefonica però è stato sentito da un militare in servizio, mentre contrattava la vendita di un’imbarcazione. Da qui l’individuazione del presunto truffatore. Al 28enne sono stati concessi i domiciliari.

Fibrosi cistica, La Rocca Ruvolo: “passi avanti su prescrivibilità farmaci anche per bambini al di sotto dei 12 anni”

E’ stata nominata con decreto assessoriale e sarà convocata celermente, già la prossima settimana, la Commissione regionale sull’aggiornamento dei presidi sanitari deputati alla diagnosi e trattamento della fibrosi cistica.”.Lo afferma in una nota la presidente della commissione Salute dell’Ars, Margherita La Rocca Ruvolo, comunicando le principali novità emerse nell’audizione relativa alle problematiche dei pazienti affetti da fibrosi cistica. “Il governo regionale, in sede di audizione in commissione Salute all’Ars- continua La Rocca Ruvolo- si è impegnato ad accogliere le istanze provenienti dalla Lega Italiana Fibrosi Cistica in particolare sulla prescrivibilità dei farmaci necessari per un ulteriore miglioramento della sopravvivenza delle persone che soffrono di questa malattia e soprattutto del farmaco Orkambi per i bambini al di sotto dei 12 anni di età”.