“Trovato in possesso di 13 grammi di cocaina”: arrestato bracciante

E’ stato trovato in possesso – secondo l’accusa, formalizzata dai carabinieri e dal sostituto procuratore di turno, – di 13 grammi di cocaina suddivisa in 30 dosi. Ma, durante la perquisizione domiciliare, sarebbe saltato fuori anche un bilancino di precisione e materiale ritenuto, dai militari dell’Arma appunto, adeguato per il confezionamento dello stupefacente. E’ per l’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente che, i carabinieri della stazione di Palma di Montechiaro, hanno arrestato Giuseppe Lupo, bracciante agricolo, di 42 anni

“Ripulita” la casa di un impiegato: portati via tutti i monili e i preziosi

Banda di ladri all’opera a Favara per “ripulire” la residenza di un impiegato cinquantenne. Dopo aver messo tutto a soqquadro, i ladri – verosimilmente più persone – sono riusciti a trovare e a portare via tutti i monili in oro e i preziosi che erano custoditi in quella residenza.Il danno non è stato quantificato con precisione, ma ammonta a diverse migliaia di euro. Dell’attività investigativa sul furto in abitazione si stanno occupando adesso i carabinieri della tenenza cittadina

Presa alle spalle e scippata: pensionata di 83 anni illesa ma sotto choc

A Palma di Montechiaro, tornano in azione gli scippatori. Nel mirino di un malvivente è finita, mentre stava percorrendo una via del centro, una pensionata di 83 anni. L’anziana è stata avvicinata alle spalle e in maniera fulminea l’uomo le ha portato via la borsetta. Le urla, disperate, della donna non sono servite a nulla: l’individuo è fuggito a gambe levate e, a quanto pare, non si è lasciato dietro le spalle alcun indizio. All’interno della borsetta, la pensionata ottantatreenne aveva oltre a diversi effetti personali anche 200 euro. La donna, seppur sotto choc, è rimasta, e per fortuna, illesa.

Gero Acquisto sul nuovo Governo: ” chiediamo risposte”

“Basta slogan, chiediamo risposte per l’occupazione, lo sviluppo, i lavoratori e i pensionati. Al nuovo governo ha espresso sentimenti positivi per il fisco, negativi per la previdenza”.
Lo dichiara il segretario provinciale della Uil agrigentina Gero Acquisto.
“In un momento dove anche il pensiero, viene consumato nell’arco di una giornata – continua Acquisto – occorre porre delle basi per un progetto di lungo respiro di programmazione dell’azione sindacale. Dice bene il nostro segretario nazionale che in Italia esiste una questione salariale, abbiamo i salari più bassi d’Europa, nella nostra provincia, la situazione è ancora peggiore. Bisogna intervenire sui salari, riducendo le tasse ai lavoratori e ai dipendenti. Siamo preoccupati perché il Conte bis non ha affrontato, nemmeno minimamente, la questione relativa ai pensionati. Questo ci preoccupa moltissimo. Il precedente Governo sul capitolo previdenza, ha già fatto cassa per oltre 3 miliardi. Cosa succederà ora? Inoltre, sottoscrivo la preoccupazione del mio segretario generale sulla vicenda degli oltre 15mila contratti di lavoratori, sia nel pubblico che nel privato, che andranno a scadere: siamo per la detassazione degli aumenti contrattuali. La Finanziaria sarà un grande banco di prova. Non siamo per il ‘tutto e subito’, ma neanche per il ‘niente e mai’. Inoltre, bisogna tenere in grande considerazione i problemi del sud e della nostra provincia in particolare sempre più tagliata fuori e, non solo geograficamente. La riapertura dei lavori lungo le principali arterie di collegamento, Ss 189 ed Ss 640, è fondamentale per non procurare ulteriori problemi al nostro commercio e al nostro turismo”.

Fucile , cartucce e coltelli: in manette un insospettabile 67 enne.

Blitz in un’abitazione dove i carabinieri hanno scoperto e sequestrato un fucile calibro 12, una pistola a salve, numerose cartucce e persino sei coltelli a serramanico. Arrestato un 67 enne. I miltari hanno fatto scattare una perquisizione all’interno di un’abitazione ubicata in contrada Petrusa. “Già da qualche giorno- dicono dalo comando provinciale- erano stati notati insoliti movimenti nell’abitazione che avevano fatto insospettire i militari. E così, dopo alcuni appostamenti, svolti con personale in borghese, alle prime luci dell’alba, è stato effettuato un blitz presso l’abitazione finita nel mirino degli inquirenti. Il fucile calibro 12 è risultato oggetto di furto avvenuto circa 35 anni fa. ” L’uomo è stato arrestato ai domiciliari con l’accusa di “Illegale detenzione di armi e munizioni e Ricettazione”.