Presentato lo spot sullo screening oncologico

L’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento è attivamente impegnata in specifiche azioni di screening per la diagnosi precoce dei tumori della mammella, del colon retto e della cervice uterina. Fra queste riveste un ruolo centrale l’attività di sensibilizzazione della cittadinanza al fine di incrementare la percentuale di adesione alle varie campagne. In quest’ottica l’ASP di Agrigento diffonde uno spot promozionale, un video della durata di circa un minuto con testimonial d’eccezione che raggiungerà la popolazione target provinciale attraverso i maggiori canali di comunicazione. La proiezione in anteprima dello spot è avvenuta questa mattina nella sala riunioni della Direzione generale Asp – Cittadella della salute.

Presente il direttore generale ASP, Giorgio Giulio Santonocito assieme ai direttori sanitario ed amministrativo, rispettivamente, Gaetano Mancuso ed Alessandro Mazzara, i dirigenti del Dipartimento di prevenzione ASP ed una rappresentativa della Pallavolo Aragona di serie B1 (principale testimonial dello spot) formata dal presidente, Nino Di Giacomo, e da alcune giocatrici.

Un programma di screening è il modo per individuare, in una popolazione sana, chi può avere bisogno di interventi terapeutici precoci (più efficaci e meno invasivi) per preservare o migliorare il suo stato di salute.Attraverso una diagnosi precoce anche le cure potranno essere meno aggressive e consentire alle persone una migliore qualità di vita.Lo screening è un percorso.Uno screening non è semplicemente un test, ma un vero e proprio percorso; non soltanto perché prevede la ripetizione degli esami a intervalli regolari, ma anche perché stabilisce una serie di passi successivi che variano a seconda dell’esito degli esami.Di fronte a un esito positivo al primo test, ogni screening implica un ulteriore esame in grado di confermare o escludere la presenza della malattia (è quello che viene definito “secondo livello dello screening”).Soltanto di fronte a un’ulteriore positività si passa al trattamento, che costituisce una parte del percorso dello screening.

 

 

 

 

Un totano gigante spiaggiato a Punta Grande

Curioso ritrovamento questa mattina nella spiaggia di punta Grande, a Realmonte: un totano gigante si è spiaggiato sul litorale, proprio davanti ad una struttura balneare. A ritrovare il mollusco, Antonino Cinquemani, titolare del Majata Beach . Si tratterebbe di un esemplare appartenente alla famiglia degli ommasprefidi con delle dimensioni sopra la media che , comunque, non sembra essere una rarità: nel Mediterraneo infatti esistono totani che possono arrivare a pesare anche 40 chili. Solitamente vivono in acque profonde. L’esemplare ritrovato a Punta Grande pesa circa 14 chili ed è lungo quasi un metro e quaranta. Sul perchè si sia spiaggiato si possono fare solo delle ipotesi: potrebbe essere stato pescato e poi rigettato in mare perchè non è buono da mangiare e dunque non si vende sul mercato (essendo grande è molto duro) o per motivi di salute. Non si può escludere l’ipotesi che il totano abbia ingerito della plastica. Per saperlo con certezza però bisognerebbe analizzare il contenuto dello stomaco del mollusco.

Cinquemani  ha subito allertato la Capitaneria di porto di Porto Empedocle e dai militari della Guardia costiera la comunicazione è stata diramata all’istituto Zooprofilattico di Palermo. Verrà prelevato nelle prossime ore e verrà analizzato e studiato, anche per capire come sia morto.  Lo scorso marzo un totano, anche questo di 20 chili, era stato ritrovato ad Aspra , a Bagheria.

Ecco il Fastucafest

Fastucafest , la festa del pistacchio di Raffadali, dopo il successo delle scorse edizioni consolida la sua posizione tra gli eventi più attesi nel mese di settembre della Sicilia Occidentale, che riunisce una moltitudine di visitatori e attrae i turisti. E’ un evento da scoprire, una festa unica, dall’energia contagiosa che celebra e promuove il  pistacchio di Raffadali,  rappresenta una vetrina per le imprese che operano nel settore dell’agroalimentare e del food. Nel terzo week-end di settembre, per tre giorni ( 20 , 21 e 22) il centro storico del paese , anche quest’anno, si trasforma in un palcoscenico dove cibo, musica e arte creano un’atmosfera suggestiva. Il percorso del gusto con la sua installazione di arte urbana richiama migliaia di visitatori, mentre lo spazio dedicato al food si arricchisce di laboratori tematici, degustazioni, wine tasting e showcooking. Questa mattina, ad Agrigento, a Casa Sanfilippo, la presentazione del Fastuca Fest, giuntao alla quinta edizione, organizzato dall’Associazione per la tutela del pistacchio di Raffadali, con il patrocinio del Comune di Raffadali e della Regione Siciliana. Presenti tra gli altri Calogero Frenda, presidente dell’Associazione per la tutela del pistacchio di Raffadali, Salvatore Gazziano, organizzatore dell’evento, Carmelo Bruno, agronomo dell’associazione, Silvio Cuffaro, sindaco di Raffadali, e diversi produttori e trasformatori della filiera del pistacchio.

Un cittadino ripreso mentre sporca, denuncia al sindaco di Agrigento

Denuncia per diffamazione al sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, e al comandante della polizia municipale, Gaetano Di Giovanni. L’accusa da parte di un cittadino di un altro Comune è quella di aver divulgato alla stampa il video in cui veniva ripreso a smaltire irregolarmente rifiuti nella zona di Fondacazzo.

Per questo motivo gli era giunta anche una sanzione da 600 euro. Il sindaco però ribatte: “Non ci lasceremo scoraggiare. Andremo ancora a rovistare tra i rifiuti e a dare la ‘caccia’ agli incivili”.

Si denuda in spiaggia a San Leone, sanzionato dalla Polizia

Ad Agrigento i poliziotti della Squadra Volanti sono intervenuti a San Leone a seguito di numerose segnalazioni su un uomo di mezza età colto a denudarsi, in presenza di altre persone, sulla spiaggia nei pressi della terza traversa. La Polizia gli ha inflitto una sanzione di 3.333 euro, trattandosi di una fattispecie di reato depenalizzata, e gli ha imposto il divieto di avvicinamento alle spiagge agrigentine per alcuni giorni.

“Tieni a mente il tuo cuore e tieni a cuore il tuo cervello”

Patrocinato dal comune di Agrigento e dall’Asp, nelle giornate dal 26 al 29 settembre, si terrà in piazza Cavour l’evento “Tieni a mente il tuo cuore e tieni a cuore il tuo cervello”. Si tratta di una manifestazione organizzata dall’Unità operativa di Cardiologia ed Utic dell’Ospedale San Giovanni di Dio che prevede effettuazione di screening cardiovascolari rivolti alla Cittadinanza, proprio nei giorni dal 26 al 29 settembre, dalle 9 alle 19.

Raffadali, incidente sul lavoro per un operaio: tranciate tre falangette della mano

Incidente sul lavoro per un giovane operaio extracomunitario rimasto ferito a Raffadali mentre si trovava alle prese con una catena di una moto.

L’apprendista meccanico si è visto tranciare di netto tre falangette di una mano. Lanciato l’allarme, sul posto sono giunti i mezzi di soccorso con l’ausilio di un elicottero del 118 che ha trasportato il giovane all’Ospedale “Civico” di Palermo.