Aggredito in un pub al grido di “sporco negro”, mandibola rotta al 23enne

Un ventitreenne di colore – adottato appena nato da una famiglia di San Giovanni Gemini – è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico ed è ricoverato al reparto di Chirugia maxillo facciale dell’ospedale “Civico” di Palermo dove i medici gli hanno diagnosticato 30 giorni di prognosi.  Il  ragazzo ha subito un pestaggio – in un pub di Lercara Friddi – all’alba del 22 luglio scorso. La notizia è stata però resa nota, dai carabinieri, soltanto ieri: dopo la denuncia dei presunti aggressori.  “Mio figlio è molto demoralizzato, non avrebbe mai pensato di subire un’aggressione del genere”. Lo ha detto, al Giornale di Sicilia, Giuseppe Mangiapane, padre di Davide. Dopo avere fatto degli apprezzamenti ad una ragazza – secondo la ricostruzione dei carabinieri – sarebbe stato avvicinato dal fidanzato e da un suo amico che gli hanno intimato d’andare via dicendo: “Sporco negro, torna a casa tua, non sei degno di stare in mezzo a noi”. Una provocazione alla quale Mangiapane non ha reagito. I presunti aggressori gli avrebbero dunque fatto cadere il cappellino ed è stato pestato a sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *