Aggressione al 16enne tunisino, il sindaco: “Inviteremo i ragazzi della comunità a cena”

Raffadali non si è mai girata dall’altra parte. Siamo dispiaciuti per quanto è accaduto ad Ahmed e l’idea, che si concretizzerà nei prossimi giorni, è quella di invitare tutti gli ospiti della comunità a cena. Esattamente come si fa fra amici”. Lo ha detto il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro. 

Ahmed è il tunisino sedicenne aggredito, al grido “Ora te ne puoi tornare al tuo paese”, da un cinquantenne di Raffadali.  Nessun dubbio, per i responsabili della comunità, proprio per la frase pronunciata, sul fatto che sia stata un’aggressione razzista. Il sedicenne tunisino, domenica pomeriggio, è stato colpito prima con una sportellata e poi con calci e pugni. L’adolescente ha riportato una contusione ad un testicolo ed escoriazioni ad un ginocchio, giudicati guaribili in 5 giorni dai medici del pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento