fbpx

Un fortissimo duo, composto da Castiglione e Miccichè,  portano l’Agrigentina ad una vittoria convincente. Una gara, il cui risultato finale poteva essere ancora più incisivo,  se l’attaccante Alba non avesse esitato su almeno tre palle gol sottoporta. Eppure, il gol del vantaggio ciancianese, per un attimo, ha fatto restare tutti col fiato sospeso allo stadio Esseneto, ed è  balenata nella mente la sconfitta interna con l’Aragona. Al 23° Minio, sfruttando un diagonale in area, insacca alle spalle di Modica. Pronta la reazione dell’Agrigentina che trova la via del gol al 34° con Gallo,  abile a sfruttare un’azione sviluppatasi in area di rigore. Cinque minuti più tardi arriva il raddoppio, sempre di Gallo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Non passano altri due minuti che Gero  Miccichè, insacca il terzo pallone alle spalle del malcapitato Bongiovanni. Il ragazzo agrigentino ruba la palla a centrocampo, si dirige verso l’area avversaria e lascia partire un diagonale beffardo che si infila all’angolo basso. Tutto in estrema velocità. L’Agrigentina ha chiuso la gara con azioni nitide mancate per un soffio, ma il Cianciana non avrebbe meritato un passivo più pesante.

Ecco i risultati sul campo della giornata:
Agrigentina – Cianciana       3 – 1
Campobello di Mazara – Aragona  1 – 2
Città di Terrasini – Atletico Campofranco 3 – 2
Dattilo – Favignana    3 – 1
Strasatti – Buseto    2 – 0
Prizzi – Canicattì   4 – 0
Raffadali – Pro Favara  1 – 2
Riviera Marmi – San Giovanni Gemini  1 – 1

LA CLASSIFICA
Aragona  17 – Strafatti   15 – Riviera Marmi  15 – Terrasini   14 – Agrigentina   13 – Atletico Campofranco  12 – S.Giovanni Gemini  11 – Cianciana   10 – Campobello Di Mazara   10 – Dattilo   9 – Busto   6 – Canicattì  5 – Raffadali  5 – Prizzi    5 – ProFavara  5 – Favignana  3