Agrigento alberi non potati, e’ ora di intervenire

Ad Agrigento la manutenzione del verde e’ un problema. Comune, Sovrintendenza, Asp, privati cittadini non sembrano prendere provvedimenti. Sono tantissimi, infatti, gli alberi piegati che rischiano di cadere sulla carreggiata di transito: obliqui e affacciati sull’asfalto, rappresentano un pericolo costante per la scarsa visibilita’ alle auto di passaggio. “Nessuno li taglia, non si capisce perche’ nessuno interviene” – denunciano alla nostra redazione numerossimi agrigentini. Moltissime aree adibite a parcheggio e al transito dei veicoli e dei pedoni, adiacenti all’ex ospedale di Agrigento, in via Passeggiata Archeologica e nei pressi della Rupa Atenea, zona di proprieta’ dell’Asp, versano in totale stato di abbandono. Gli alberi, perlopiù pini, “godono” di pessima salute e rischiano di cadere in testa a qualche passante da un momento all’altro. Il recente maltempo ha peggiorato la situazione e con l’inverno alle porte il rischio che qualcuno si faccia male e’ reale. Poi vi e’ il problema delle palme “uccise” dal punteruolo rosso che non vengono rimosse. La condizione degli alberi ad Agrigento e’ veramente arrivata al collasso. Non sono potati da diversi anni tanto che le loro folte chiome e i loro tronchi, raggiungono altezze vertiginose. Altri alberi sono indeboliti e potrebbero diventare pericolosi in caso di calamita’ naturali. Prevenire, dunque, e’ meglio che curare. Lo scorso 19 ottobre, in piazzetta Lampedusa al Villaggio Peruzzo, si e’ sfiorata la tragedia. Un gigantesco albero, in precarie condizioni di staticità da parecchio tempo, e’ caduto su un’auto parcheggiata. La macchina e’ fuori uso e per fortuna, in quel momento, non c’era il conducente a bordo.