Agrigento: arriva Cooking Med di Pino Cuttaia

Sostenibilità in tutte le sue accezioni, lotta all’inquinamento marino, stagionalità della pesca, valorizzazione dei pesci poveri, ruolo geopolitico del Mediterraneo: di tutto questo si parla a Cooking Med. Lo chef 2 stelle Michelin Pino Cuttaia, raccogliendo l’eredità del suo amico e collega Norbert Niedekofler di Care’s e Cook The Mountain, ha deciso di dar vita a un progetto che affronti le tematiche a lui da sempre vicine come la sostenibilità del mare e il ruolo culturale del Mediterraneo, quello che lui stesso ha sempre chiamato il mio orto. Questa mattina a casa Barbadoro, nel cuore dela valle dei templi di Agrigento, l’anteprira dell’evento che si svolgerà nel 2019, probabilmente nel mese di maggio. “Cooking Med- è stato ribadito- vuole essere un laboratorio di ricerca sulla gastronomia che indaga le diverse tradizioni legate ai diversi Paesi che vivono il Mediterraneo come risorsa, passione e patrimonio. Un momento di recupero di gesti antichi legati alla cucina ma anche alla pesca; un luogo dove i pescatori e i produttori sostenibili possano raccontarsi e parlare di come riappropriarsi del valore nutrizionale dei cibi, del km zero e dei sapori.” Il secondo momento dell’anteprima è in programma domani . Si inizierà con la presentazione del “Manifesto”, una carta condivisa con il partner tecnico scientifico Friend of the Sea,associazione dedita alla conservazione e tutela dell’habitat marino ormai leader a livello mondiale, in cui si enunciano i principi dì base da condividere per chi vuole e vorrà dichiararsi “sostenibile”, soprattutto tra gli addetti ai lavori. Insieme allo chef Pino Cuttaia ci sarà Paolo Bray Direttore e Fondatore di Friend of The Sea momento importante in cui si offre ai protagonisti di Cookin’Med delle future edizioni un momento di riflessione su cosa sia la sostenibilità e su come perseguirla.E gli Chef? Ci sono e rimangono il cuore pulsante di questo evento. Oltre ad aver animato il progetto sul pesce povero realizzato con Worldrise, durante la due giorni si alterneranno Nino Di Costanzo, Vito Mollica, Andrea Sarri, Martina Caruso, Moreno Cedroni, Belhassen Berbat, Jonathan Vassallo e Maksut Aksar, chedimostreranno la loro arte e il loro amore per il mare in vari momenti. Il primo durante la cena di benvenuto al Launch Beach Scala dei Turchi, poi per la cena di gala all’Hotel Villa Athena e poi in ultimo con una Masterclass session unica, con il coordinamento di Francesco Seminara di Soul Salad nella splendida cornice del Madison Scala dei Turchi.