fbpx

Era il 14 novembre dello scorso anno quando una Fiat 500 uscì fuori strada e dopo aver abbattuto il guard-rail, si fermò sotto una scarpata dove scorre un torrente di scarichi fognari. La scena si è ripetuta nella tarda mattinata di oggi. Questa volta è toccato ad una Golf Volkswagen terminare la corsa tra gli arbusti e l’erba alta del burrone. Teatro dell’incidente stradale è stata la contrada Calcarelle. Tre feriti allora, altrettanti questa volta. Per cause ancora in corso di accertamento da parte dei vigili urbani, il conducente della Golf ha perso il controllo del mezzo finendo sottostante alla carreggiata. I tre occupanti della vettura, tutti giovani ragazzi, due uomini e una donna sono rimasti feriti, e trasportati con le ambulanze del 118 al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Fortunatamente le loro condizioni non destano preoccupazioni. Sono state riscontrate lesioni e contusioni sparse in varie parti del corpo, giudicate guaribili in pochi giorni. Sul posto hanno operato i vigili del fuoco del comando di Villaseta che hanno recuperato il mezzo e i vigili urbani della sezione Infortunistica, che hanno effettuato gli accertamenti di rito per ricostruire la dinamica dei fatti. Ancora una volta si può affermare che è finita bene, nessun ferito grave, ma solo tanta paura e qualche graffio. Quello che semmai preoccupa è il degrado in cui versa la zona dell’incidente. L’arteria si presenta in cattive condizioni, marciapiedi sconnessi ed in molti punti difficilmente percorribili, e come hanno sottolineato i residenti della zona, dal giorno dell’incidente stradale avvenuto nel mese di novembre scorso, il guard-rail non è stato ancora ripristinato. Una situazione di grave pericolo per quanti ogni giorno si recano a piedi in contrada Calcarelle per raggiungere i tanti istituti scolastici presenti. Inoltre bisogna ricordare che la zona è sede del Polo Universitario di Agrigento.