Cronaca

Agrigento, camion si impiglia nei fili e abbatte palo della linea ferrata

Ha cercato di arrestare di colpo la marcia, ma l’improvvisa manovra ha procurato l’alzamento del cassone. Il camion passa senza problemi, ma il carico che sta portando no. Cavi elettrici che si incagliano e un palo divelto. E’ successo nel tardo pomeriggio di martedì all’altezza del passaggio a livello tra le contrade Fondacazzo e Spinasanta. Il camion, condotto da M.G. 31 anni, di Porto Empedocle, con il suo carico di alberi di ulivo, proveniente da Ribera e diretto in calabria precisamente a Roccella Jonica mentre stava transitando lungo la strada, nei pressi dei binari della linea ferrata, a causa di una brusca frenata si è alzato il cassone. Gli alberi si sono incastrati sui cavi che proteggono i fili dell’alta tensione dei binari della linea Agrigento Bassa-Porto Empedocle, che trascinati per alcuni metri hanno divelto un palo di sostegno della linea ferrata. Per liberare il passaggio, infatti, sono stata necessarie diverse ore di lavoro con il transito dei mezzi praticamente impossibile in uno degli snodi secondari della viabilità cittadina. Tantissime le auto costrette a fare inversione e tornare da dove erano venute cercando poi altri accessi alla zona. Sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Villaseta e i tecnici delle Ferrovie che hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona e successivamente hanno ripristinato la tratta. Per i rilievi sono giunti gli uomini della Scientifica della Questura di Agrigento che hanno verificato l’altezza del camion trovandola all’interno delle norme previste dal codice, e gli agenti della Polfer, coordinati dall’ispettore capo Salvatore Mancuso, che hanno avviato le indagini per accertare l’esatta dinamica dell’accaduto. La strada tra il quadrivio Spinasanta e la contrada Fondacazzo è rimasta chiusa al traffico veicolare dai poliziotti della sezione Volante. Per l’autista del mezzo pesante è scattata la denuncia per danneggiamento.