Agrigento. “Chiediamo il ripristino del ponte Petrusa” il coro del sit-in della CISL

Si sono dati appuntamento sul ponte Petrusa, sindacalisti, cittadini, politici e associazioni, il viadotto della Strada Statale 122 Agrigento – Favara, parzialmente demolito è interdetto da circa 6 mesi.

Nel sit – in organizzato dalla CISL, i cittadini hanno pacificamente dimostrato il proprio disappunto sulle scelte di Anas nell’avviare le opere di demolizione per poi abbandonare il cantiere del ponte che per problemi strutturali, deve essere abbattuto e ricostruito.

La non transitabilità del viadotto, lungo poco più di 100 metri, provoca notevoli disagi negli spostamenti tra i due centri, ma non solo, in c.da Petrusa si trova anche una delle più grandi case circondariali della Regione.

Per superare l’ostacolo del ponte parzialmente demolito, i fruitori della strada sono costretti a fare un giro di circa 16 km, ad accusare maggiormente i disagi sono i residenti della contrada

Oggi, dal ponte Petrusa, i manifestanti hanno chiesto a gran voce il ripristino del viadotto.

Per la cronaca, secondo quanto riferitoci recentemente da ANAS, quest’ultima società, starebbe ancora progettando l’intervento da eseguire, quindi per la consegna definitiva dell’opera, si prospettano tempi lunghi. Al sit-in odierno si è registrata anche una buona partecipazione di amministratori e consiglieri comunali di Favara e Agrigento.

[wp-rss-aggregator]