Agrigento. Di Rosa sospende lo sciopero della fame ma continua la protesta

Prosegue la protesta pacifica dell’ex consigliere comunale di Agrigento Giuseppe Di Rosa, il presidente del Movimento “Mani Libere” da venerdì scorso presidia la piazza Pirandello per chiedere alla magistratura contabile, lumi sui ritardi nel deposito della sentenza sull’attuale sindaco di Agrigento Lillo Firetto accusato di danno erariale di cui si sarebbe reso responsabile durante la sua sindacatura a Porto Empeodocle. Di Rosa, che per rivendicare la verità dei fatti ha anche avviato lo sciopero della fame, nonostante l’invito bonario della Polizia a liberare il campo, è deciso a continuare la protesta anche se, a causa del quadro clinico non ottimale, è stato costretto a interrompere il digiuno.