Agrigento Appuntamenti Attualità Politica Provincia Ultime news

Agrigento è nella short list delle 10 candidate a capitale italiana della cultura 2020 News Agrigentotv

Agrigento è nella short list delle 10 candidate a capitale italiana della cultura 2020 News Agrigentotv
Rate this post

Si accorcia la lista delle località candidate a capitale italiana  della cultura 2020, da 31 scende a dieci e nella short list annunciata dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Agrigento c’è. Il progetto avviato dall’amministrazione comunale continua. Erano quattro i centri siciliani in lizza, ovvero Agrigento, Messina, Noto e Ragusa  e  la città dei Templi è l’unica città siciliana ad essere stata inserita nella top ten del ministero. A contendersi il titolo di capitale italiana della cultura, oltre ad Agrigento saranno anche , Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso. Le città selezionate,  dovranno adesso  presentare il proprio progetto nel corso delle audizioni della Commissione presieduta da Stefano Baia Curioni. La città vincitrice potrà rappresentare per un anno la nuova offerta culturale e turistica nazionale, attuando il proprio progetto grazie al contributo statale di 1 milione di euro.

” Entrare nella short list delle città candidate a Capitale italiana della Cultura – ha detto il sindaco della città dei templi, Lillo Firetto – è il riconoscimento di un valore collettivo, di un impegno condiviso, del lavoro iniziato già nel 2015”. 

Il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020 sarà assegnato, nell’ambito di una cerimonia pubblica nella sede del Ministero, a Roma, il prossimo 16 febbraio alle ore 11.00 alla presenza del Ministro Dario Franceschini.

Come è ovvio, l’eventuale scelta di Agrigento a capitale italiana della cultura, non servirà a risolvere i mille disagi a cui sono soggetti i suoi abitanti, ma sicuramente servirà a dare maggiore visibilità ad una terra che, dal punto di vista turistico, è in forte crescita e il trend positivo sulle  presenze nel 2017 nella Valle dei Templi lo confermano.