Agrigento, la vertenza giudiziaria sul risarcimento per il crollo di Palazzo Lo Jacono approda in appello

Risarcimento del danno per il crollo di Palazzo Lo Jacono Maraventano ad Agrigento, il proprietario dello storico immobile ricorre alla Corte d’Appello. Lo stesso imputa all’Ente Comune, responsabilità nel collasso avvenuto il 25 aprile del 2011, data quest’ultima che quell’anno coincideva con la Pasquetta. Due anni fa’, il titolare dell’immobile aveva chiesto la condanna del Comune di Agrigento e un risarcimento danni di 150 mila euro. Richieste però che non sono state accolte dai giudici del Tribunale di Agrigento, ed ecco quindi che lo stesso proprietario adesso ha ricorso in appello. Ricordiamo che per il crollo della Palazzina del Centro Storico la Procura della Repubblica di Agrigento aveva iscritto sul registro degli indagati 7 persone, tra tecnici e funzionari del Comune di Agrigento che nel periodo compreso tra il 2008 e il 2010 sono stati coinvolti nei lavori di messa in sicurezza dello stesso palazzo. Tra gli indagati anche l’ex sindaco Marco Zambuto che però nel 2014, venne assolto, per non aver commesso il fato, dall’accusa di crollo colposo. In merito al ricorso presentato in appello dal proprietario, il Comune di Agrigento sarà difeso dall’avvocato Rita Salvago l’incarico è stato affidato dall’attuale primo cittadino, Lillo Firetto.

 

[wp-rss-aggregator]