Agrigento. Migliorare la comunicazione sui rifugiati con il progetto RefugE ++

Ha fatto tappa ad Agrigento il progetto europeo “RefugE ++”, nella città dei Templi anche il console del Regno di Marocco Fatima Baroudi. L’iniziativa, volta alla formazione di giovani animatori delle organizzazioni che si occupano di migrazione e nello specifico di rifugiati, coinvolge trentadue ragazzi provenienti da quattordici paesi. Il dibattito svoltosi in un noto hotel agrigentino è stato moderato da Issam Regragui Soussi, presidente dell’associazione Free Minds in action. Tra gli obbiettivi del progetto, c’è anche quello di promuovere la collaborazione nel campo della comunicazione tra le ONG che in Europa si occupano di migrazione. Le nazioni coinvolte sono: Italia, Romania, Ungheria, Slovacchia, Turchia, Svezia, Austria, Germania, Spagna, Francia, Grecia, Polonia, Paesi Bassi e Irlanda.