fbpx

Escalation di furti la notte scorsa ad Agrigento. Quattro messi a segno, uno solo tentato. Il primo episodio si è verificato in via Unità d’Italia, nella contrada San Benedetto. Ignoti dopo avere forzato un infisso posto sul lato posteriore della struttura, si sono introdotti all’interno del supermercato “IperTe” ed hanno svaligiato la cassa continua, che è stata tagliata con un flex. I malviventi avrebbero pure disattivato i sensori dell’allarme e sono entrati nell’unico ufficio del supermercato. Qui dentro hanno scassinato la cassaforte. Complessivamente i ladri hanno portato via 27.000 euro in tutto, l’incasso del fine settimana. A fare la scoperta stamattina alla riapertura è stato uno dei dipendenti. I ladri avrebbero lasciato alcune impronte sui vetri delle porte, che sono state acquisite dai carabinieri intervenuti per i rilievi. Poco lontano in contrada San Michele, i malviventi hanno preso di mira il bar “Ciccio”. Entrati, forzando la saracinesca, i malviventi hanno asportato gli spiccioli custoditi nella cassa e diverse stecche si sigarette. Anche in questo caso sono in corso indagini dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile. Un terzo furto si è consumato ai danni del distributore di carburanti “Nuara” sito in via Petrarca. I ladri in questo caso sono riusciti a portare via alcune decine di euro e diverse taniche di olio. E’ andato a vuoto il tentativo di compiere un furto all’interno di una parruccheria di via Giovanni XXIII. Ignoti ladri dopo aver forzato la porta d’ingresso, si sono introdotti all’interno dell’attività lavorativa. Da una prima verifica, non sarebbe stato toccato nulla. Sull’episodio indagano i poliziotti della sezione Volante. E’ di sei sedie di legno il “bottino” di un furto con scasso perpetrato ai danni della Mensa della Solidarietà di via Gioeni, dove ignoti dopo avere scassinato la porta d’ingresso, sono entrati all’interno dei locali. Non trovando nessun oggetto di valore, i ladri hanno pensato di portarsi vie sei sedie. Indagini in corso della Polizia.