fbpx

Visita del ministro della Giustizia Angelino Alfano, all’ospedale San Giovanni di Dio, dopo la decisione del Tribunale di Agrigento di revocare l’ordinanza di sgombero della struttura sanitaria. Il Guardasigilli accompagnato dal professore della Protezione civile nazionale, Mauro Dolce è stato ricevuto dai vertici dell’azienda sanitaria provinciale. Un incontro che è servito per fare il punto della situazione sugli interventi di messa in sicurezza dell’edificio. Alfano ha avuto parole di elogio per tutti quanti hanno collaborato per far si che il provvedimento di sgombero fosse revocato, < E’ stato evitato un dramma,con il principio dii reale collaborazione si è riusciti ad uscirne fuori. Saranno completate le opere di consolidamento e messa in sicurezza, ed al termine questa struttura sarà aggiornata ai più sicuri canoni sismici. Va ricordato che è stata decisiva l’entrata in campo della Protezione civile >. Nel provvedimento, anche la nomina di nuovo Custode giudiziario per il manager dell’Asp di Agrigento, Salvatore Olivieri, subentrato al capo della Protezione civile nazionale, Guido Bertolaso. Il gip ha accolto in parte la richiesta formulata dalla Procura, infatti, l’ospedale rimane sotto sequestro, perchè costruito con cemento depotenziato.