Alfonso Cimino: “Finalmente, il 22 febbraio prossimo, la comunità agrigentina potrà riappropriarsi della sua Cattedrale”

I lavori di consolidamento hanno acconsentito la messa in sicurezza della Cattedrale, attraverso funi di acciaio è stata incatenata aumentandone la capacità di resistere ai movimenti sismici secondo la normativa vigente, garantendone la sicurezza interna, dandone la possibilità di ritornare al suo antico splendore”. Così afferma l’architetto Calogero Giglia, consigliere dell’Ordine degli architetti di Agrigento e delegato al dipartimento Cultura architettonica, Beni culturali ed ecclesiastici, che prosegue “Attraverso EducAgrigento abbiamo richiesto, e chiediamo ancora – prosegue il presidente dell’ordine Alfonso Cimino – che la via Duomo venga trasformata in zona a traffico limitato, poiché è la strada di accesso alla nostra Cattedrale al pari delle altre strade di accesso alle cattedrali della maggior parte delle grandi città italiane consentendo, anche, l’avvio di uno studio per la realizzazione di parcheggi limitrofi”.