fbpx

La chiesa agrigentina, tramite il suo vescovo, mons.Francesco Montenegro e l’Ufficio Diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro, accoglie l’invito ad aderire alla Marcia per il lavoro che si terrà domani a Palermo, rinnovando la vicinanza ai problemi che assillano il popolo siciliano privato del diritto al lavoro e senza prospettive di sviluppo. “Prima dell’economia- si legge in una nota della curia- esiste l’uomo ed i suoi diritti quale quello primario al lavoro e a poter sperare in un futuro degno dell’uomo per continuare a vivere. Mentre incoraggiamo la partecipazione della comunità ecclesiale alla Marcia per il lavoro e lo sviluppo che si svolgerà a Palermo, preghiamo il Signore perché faccia prendere coscienza, ognuno per la propria parte, ad essere artefice di un futuro di speranza per tutti”.