fbpx

Ancora “caos” all’interno di una comunità per minori difficili di Agrigento, dove un tredicenne avrebbe minacciato alcuni operatori della struttura.

A mandare su tutte le furie il minorenne questioni legate a delle sigarette. Si tratta dello stesso tredicenne che nei giorni scorsi ha minacciato gli stessi operatori della comunità mandando a fuoco una stanza dopo un diniego a seguito della richiesta di essere accompagnato in centro città per prendere un telefono cellulare che aveva portato a riparare.

Anche in quest’ultimo caso, ad intervenire sono stati i poliziotti della sezione “Volanti” della Questura di Agrigento che hanno segnalato nuovamente il “caso” al Tribunale per i minorenni di Palermo. Il giovane è stato trasferito intanto in una nuova comunità di Naro.