fbpx

Paura nel centro storico di Agrigento per il crollo di una parte di uno stabile fatiscente e disabitato in via Cobbaitari, nel quartiere di Santa Croce. In questi ultimi giorni, complice il maltempo con forti precipitazioni, l’ultima in ordine di tempo la grandinata di ieri, si sono verificati ulteriori alri cedimenti di tetti, cornicioni e solai di edifici abbandonati e pericolanti. A venire giù come cartone il tetto e una parete di un vecchio edificio lasciato al proprio destino dai proprietari. I residenti che si trovano a ridosso della suddetta via, hanno chiamato i vigili del fuoco, sottolineando il pericolo costante a cui quotidianamente vanno incontro. Come è già accaduto per altre situazioni, i vigili del fuoco hanno provveduto a transennare l’area dove si è verificato il cedimento, ma questo non basta a ridurre i pericoli. Gli abitanti lamentano il fatto che ancora oggi, non si è provveduto, dopo eventi simili alla messa in sicurezza di alcuni edifici pericolanti o ad interventi di bonifica di muri o costruzioni pericolose, con il rischio che prima o poi qualcuno ne possa rimanere coinvolto, il crollo di Favara dovrebbe pur fare capire il grande rischio per l’incolumità pubblica. In via Cobbaitari nella giornata di ieri i vigili del fuoco hanno allertato i tecnici per un sopralluogo. Subito dopo è stato informato del pericolo crollo il Comune, che ancora una volta è chiamato a prendere urgenti provvedimenti per la messa in sicurezza di diversi stabili pericolanti.