fbpx

Quella struttura “provvisoria” dello stupendo Teatro greco di Eraclea Minoa costruito nel IV secolo a.C. era stata lasciato per anni e anni in uno stato di degrado tale da mettere a rischio l’incolumità stessa di (eventuali) visitatori.

La copertura, in plexiglass, in tubi e lamiera zincata che serviva per proteggere – in via provvisoria – il teatro greco di Eraclea Minoa è pericolosa ed abusiva.È per questo motivo che i carabinieri del nucleo per la Tutela del patrimonio culturale di Palermo e quelli della compagnia di Agrigento hanno sequestrato il teatro e tutta l’area antistante. La questione va avanti da oltre mezzo secolo: l’ architetto Franco Minnissi aveva costruito la struttura in plexiglass e ferro. Uno spreco di soldi che non risolse il problema e portò a intervenire solo trent’anni più tardi, nei primi anni Novanta, con la sostituzione di alcuni pannelli, adesso ingialliti e consumati dal tempo.

Le indagini sono in corso ipotizzando i reati di “omessa collocazione o rimozione di segnali o ripari” e “omissione di lavori in edifici o costruzione che minacciano rovina”.

La struttura in sequestro è stata affidata in giudiziale custodia alla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Agrigento, fino alla esecuzione dei necessari lavori di messa in sicurezza.