fbpx

Giornata d’accoglienza per alcuni istituti scolastici ieri, come per l’Enrico Fermi e la scuola Garibaldi; primo giorno di attività didattica, oggi invece, per altri come nel caso dell’Istituto Esseneto. Qui, infatti, già da stamane regolare suono della campanella per l’avvio dell’anno scolastico 2010/11, senza naturalmente trascurare il momento inaugurale.
Ma non è certo il caso di dire anno nuovo vita nuova per i giovanissimi allievi dell’Esseneto che si ritrovano ad entrare in istituto tra mille disagi. Marciapiedi disconnessi, esattamente come prima delle vacanze estive, erbacce incolte, nella vicina villetta lasciata all’incuria, e transennature per lavori in corso, che forse sarebbero potuti essere realizzati proprio in quel periodo estivo di inattività. Ed invece il cantiere ha riaperto circa due settimane fa e come ci raccontano gli operatori comunali, ex contrattisti Lsu, all’interno dello svolgimento dei lavori è previsto anche il ripristino di quelle parti del marciapiede sopraelevato, che potrebbero costituire fonte di pericolo all’incolumità dei bimbi e delle mamme che giungono a piedi all’istituto stesso. Ed in effetti, i bambini, nel loro primo giorno di scuola, hanno varcato l’ingresso tra lavori in corso proprio dinnanzi il cancello principale e spazzatura lasciata per strada, tolta solo durante le prime ore di lezione. Una volta ultimati i lavori dinnanzi la scuola, la stessa squadra di operai si trasferirà nella vicina Castagnolo per ultimare degli interventi lasciati in sospeso; il tutto anche lì alla ripresa dell’attività didattica, che prenderà avvio giovedì prossimo, come in molti altri Istituti della Città.
A questi disagi, se ne aggiunge un altro che ha del paradossale. La struttura caduta ora in disuso, ma prima adibita a scuola dell’infanzia, adiacente all’Esseneto e fronteggiante il piazzale Ugo La Malfa, sarebbe diventata, infatti, ricovero notturno a cielo aperto per extracomunitari, visti dormire adagiati sullo scivolo.
Iniziata, dunque, la scuola per alcuni agrigentini; per molti altri i cancelli degli istituti frequentati si apriranno ufficialmente il prossimo 16 settembre. E nel frattempo, per domani, è stata indetta una riunione alla Provincia , finalizzata ad illustrare un Report sull’edilizia scolastica.