Armato aggredisce il genero: arrestato

Insegue in auto il genero col quale, evidentemente, i rapporti non erano cordiali e lo picchia col bastone al volto dopo avere colpito l’auto. Subito dopo, durante la colluttazione, gli cade pure la pistola per terra. Calogero Siragusa, 79 anni, di Campobello di Licata, finisce agli arresti domiciliari con le accuse di minaccia, ricettazione, detenzione e porto illegale di arma e porto ingiustificato di bastone al di fuori della propria abitazione. L’arresto è stato eseguito lunedì dai carabinieri. Ieri il gip Francesco Provenzano lo ha convalidato applicandogli gli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico. I suoi difensori, gli avvocati Antonio Bordonaro e Calogero Meli, hanno già annunciato ricorso al tribunale della libertà. Siragusa, secondo la ricostruzione dei fatti, avrebbe seguito il genero a bordo della propria auto. L’uomo si accorse della circostanza e, restando all’interno del veicolo, gli chiese spiegazioni. A quel punto il suocero avrebbe iniziato a colpire l’auto e, dopo che il marito della figlia è sceso, lo avrebbe picchiato al volto. Nella colluttazione è pure finita per terra una pistola che è risultata sprovvista della matricola. L’uomo è stato arrestato poco dopo dai militari.