Armato di coltello controllava i migranti mentre gli altri guidavano, fermati 4 tunisini

Quattro tunisini sono stati fermati, in quanto indiziati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, dalla polizia ha eseguito un decreto della Procura di Agrigento. Ai quattro viene contestato d’aver trasportato – lo scorso 13 settembre – fino a Lampedusa, in concorso con altri soggetti ancora ignoti, circa 70 migranti che erano a bordo di una imbarcazione partita dalla Tunisia. Due, in particolare, svolgevano il ruolo di piloti; uno quello di motorista e l’altro – armato di coltello – teneva l’ordine a bordo del natante.

Le indagini, disposte dal procuratore capo di Agrigento: Luigi Patronaggio, sono state svolte dalla Squadra Mobile di Agrigento all’hotspot di Lampedusa e poi sono proseguite nella struttura d’accoglienza di Trapani dove i migranti sono stati trasferiti. I quattro presunti scafisti, dopo il fermo di indiziato di delitto, sono stati portati al carcere di Trapani.