fbpx

Dentro casa ad Aragona, nell’agrigentino, custodiva un vero e proprio arsenale.
Due potenti mitragliatori Kalashnikov, due fucili calibro 12, una carabina, due pistole calibro 9, quattro pistole calibro 38, trenta traccianti per Kalashnikov e più di 3 mila munizioni di vario tipo e calibro oltre a due pistole giocattolo.
Una vera e propria “Santa Barbara”, con armi perfettamente efficienti e funzionanti, in possesso di un incensurato di Aragona Giacchino Cavaleri di 57 anni, arrestato questa mattina dai Carabinieri della compagnia di Canicattì.
La scoperta dell’arsenale è arrivata dopo 10 giorni di indagine. Dopo un’attività di controllo i carabinieri hanno rinvenuto 3 pistole nella casa di Cavaleri nel centro di Aragona.
Da lì la decisione di perquisire la casa di campagna dell’uomo in contrada Consolida a pochi metri dall’ospedale San Giovanni di Dio. Dentro il casolare il resto dell’arsenale.
Il 57enne sarà adesso interrogato dagli inquirenti e sarà effettuata un’analisi balistica sulle armi: non è escluso che l’arsenale potesse essere stato a disposizione di qualche organizzazione criminale. Bisognerà capire se Cavaleri custodisse le armi per altri soggetti o se lo stesso poteva prestarle a malviventi in cambio di denaro.