fbpx

La squadra mobile di Palermo ha arrestato il latitante di mafia Francesco Di Fresco, 53 anni, sfuggito alla cattura dal ’95.
L’uomo era in un appartamento vicino all’ospedale Villa Sofia.
Di Fresco sarebbe affiliato al mandamento di corso dei Mille-Brancaccio e viene indicato dagli investigatori come uno dei cinque latitanti di Cosa nostra più pericolosi a Palermo.
Nel luglio del 1995 contro Di Fresco venne firmata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio premeditato in concorso, sequestro di persona e distruzione di cadavere.
L’arresto del latitante mafioso, come sempre avviene in questi casi, è stato salutato da agenti di polizia in festa e con un carosello di auto.
Gli uomini della squadra Catturandi, con i volti coperti da passamontagna, sono giunti in corteo a bordo di una decina di auto in piazza Vittoria, dove ha sede la questura, suonando i clacson e facendo con le mani il segno della vittoria.