ARRIVA L’ALISCAFO PER LINOSA 

Finalmente un aliscafo per collegare Linosa a Lampedusa. Il mezzo, dopo circa sette mesi di attesa è arrivato domenica dando agli abitanti della piu’ piccola isola delle Pelagie  nuovamente la possibilità di spostarsi per raggiungere Lampedusa. Il tempo di ripristinare il servizio che già l’indomani, cioè ieri, il mezzo ha dovuto rispettare il turno di riposo infrasettimanale suscitando non poche polemiche. L’aliscafo, tra l’altro, non consentirà al momento il collegamento con Porto Empedocle per il quale continua a garantire  il servizio  di trasporto la nave Pietro Novelli che , a sua volta, sostituisce la Sansovino ferma per un guasto.  La Novelli ha una capienza minore rispetto alla nave che ormeggia ormai da diversi giorni nel porto empedoclino, per cui non mancheranno i problemi con i passeggeri quando il flusso turistico aumentera’ nei giorni  piu’ caldi dell’estate. Nel frattempo, a Linosa, dopo le proteste degli abitanti, nei giorni scorsi, alle quali ha preso parte anche il sindaco Giusi Nicolini, per ripristinare il collegamento tra le due piccole isole, si pensa ancora a continuare la protesta per ottenere il collegamento diretto con Porto Empedocle. A tal fine, i linosani, proseguiranno  la pacifica occupazione del comune. Il timore è quello di essere dimenticati dalle istituzioni e dover rinunciare non solo al diritto di usufruire dei servizi di prima necessità, ma anche di vedere andare a rotoli una delle principali fonti di ricchezza dell’isola, ovvero  il turismo.

5 commenti su “ARRIVA L’ALISCAFO PER LINOSA 

I commenti sono chiusi.