fbpx


In merito all’incontro tenutosi nei giorni scorsi al Comune di Agrigento, con una rappresentanza dei tassisti agrigentini, interviene l’assessore Mirotta, che parla della necessità che la situazione debba avere dei risvolti occupazionali e che debba essere ammodernato l’intero settore.

Le liberalizzazioni o, comunque, l’ampliamento delle concessioni, non devono essere intese – ha affermato Mirotta – come assenza di regole, ma come lacerazione di quelle croste corporative di privilegi e di oligopolio che nel nostro Paese sono fortissime e che bloccano la concorrenza.”

Pertanto – conclude Mirotta – nei prossimi giorni, con il duplice obiettivo di migliorare il servizio taxi e perseguire fino in fondo il fenomeno dell’esercizio abusivo del trasporto, l’Amministrazione Zambuto inviterà il Dirigente competente a bandire una procedura pubblica per l’assegnazione delle ventidue licenze non più attive sull’attuale previsione di trenta, coinvolgendo le associazioni di categoria ed il Consiglio comunale”, conclude Mirotta, secondo cui andrebbe istituita un’apposita cooperativa “Radio taxi”.