fbpx


 

Le esperienze di LiberoFuturo e AddioPizzo approdano ad Agrigento.

Parte oggi, infatti, il percorso assieme a Confindustria per creare in provincia un’associazione antiracket.

Imprenditori, commercianti e cittadini che fanno sistema con l’obiettivo di combattere i fenomeni estorsivi, difendere le vittime e permeare la sacca di resistenza culturale sul tema.

Il primo impegno è fissato per il prossimo 16 dicembre con la campagna “100 strade per un Natale antiracket” con iniziative di sensibilizzazione alla denuncia collettiva e al consumo critico.

 

L’obiettivo principale una rivoluzione culturale per il territorio agrigentino, per avviare un nuovo percorso seguendo le esperienze di chi ha già iniziato da tempo.