fbpx


Il Gup di Palermo Mario Conte ha prosciolto perché “il fatto non sussiste” il senatore Udc Salvatore Cuffaro e ha assolto il coimputato Franco Castaldi dall’accusa di concorso in abuso d’ufficio.
Cuffaro, ex governatore dell’Isola, e Castaldi, ex capo dell’Ufficio legislativo e legale dell’amministrazione regionale, erano stati indagati per le nomina per chiamata diretta, di venti addetti stampa della Regione, assunti con qualifica di capo redattore con decreti firmati da Cuffaro. Secondo la Procura, le nomine sarebbero illegittime perché, contrariamente a quanto prevede la legge, sarebbero state fatte senza bandire un concorso pubblico e senza attingere al personale interno all’amministrazione. Le assunzioni, inoltre, secondo l’accusa, sarebbero state dolosamente finalizzate ad avvantaggiare i venti giornalisti assunti.
Nei mesi scorsi era stata archiviata l’indagine sui giornalisti e sul successore di Cuffaro, l’attuale presidente della Regione Raffaele Lombardo.