fbpx

La Corte dei conti ha avviato un’indagine sulla gestione dei 3 Ato rifiuti della provincia di Agrigento. La magistratura contabile sta eseguendo accertamenti relativi al quinquennio 2006-2010 ed ha scritto alle rispettive società d’ambito allo scopo di ottenere informazioni in merito. Non c’è alcuna contestazione, ma il magistrato istruttore chiede di conoscere quali sono i debiti ed i crediti, compresi quelli in contestazione, relativi all’intero quinquennio sia in totale che disaggregati per anno. Viene richiesto l’ammontare dei finanziamenti ricevuti dalla Regione, il totale del personale utilizzato, di ogni ordine e grado e con qualsiasi tipo di rapporto, e la spesa complessiva affrontate per i relativi emolumenti. Altra richiesta riguarda la gestione di eventuali società partecipate, la spesa complessiva per consulenze e studi, il costo dell’eventuale affidamento a terzi dei servizi connessi al ciclo integrato dei rifiuti ed i compensi percepiti dagli organi di amministrazione, direzione e controllo.