Cronaca

Favara, crolla vecchia casa: morte due bambine di 11 e 3 anni

Uno stabile sito in via Carmine, nel centro storico di Favara, è crollato all’alba di oggi. Sul posto sono immediatamente giunti i vigili del fuoco e i carabinieri. Nell’immobile abitava la famiglia Bellavia composta da cinque persone. I genitori, Giuseppe Bellavia e Giuseppina Bello, sono stati estratti subito dalle macerie. L’uomo è rimasto lievemente ferito ed è rimasto sul posto a dare manforte ai soccorritori, mentre la donna è stata trasportata in ospedale di Agrigento in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita. Sotto le macerie, inizialmente, sono rimasti i tre figlioletti di 12, 11 e 3 anni. Marianna, la secondogenita, e Chiara Pia, la più piccola, sono state estratte morte dai soccorritori. Giovanni, 12 anni, è stato estratto vivo e trasportato immediatamente all’ospedale di Agrigento. Le sue condizioni non sono gravi “Apriremo un’inchiesta a carico di ignoti – ha dichiarato Renato Di Natale, procuratore della Repubblica di Agrigento – ma al momento la cosa che più ci interessa è che si salvino i due bambini. Fino a questo momento non abbiamo ipotizzato nessun reato, neppure quello di disastro colposo. È ancora troppo presto. Siamo in una fase iniziale”. “In tutti i centri storici di tante località del Mezzogiorno – ha detto Umberto Postiglione, prefetto di Agrigento – la situazione è questa. Si tratta di case in parte abbandonate e abitate da persone in difficoltà. Adesso verificheremo insieme alla magistratura le responsabilità”. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, appresa la notizia del tragico bilancio del crollo di una palazzina a Favara, ha chiesto al prefetto di Agrigento di rappresentare alla famiglia Bellavia i suoi sentimenti di partecipazione al dolore per la perdita delle piccole Chiara e Arianna. Lo rende noto un comunicato del Quirinale. “Ho seguito con apprensione le operazioni di soccorso seguite al crollo di una palazzina a Favara, apprendendo con profondo dolore della morte delle piccole Arianna e Chiara. La prego di far pervenire ai familiari il più profondo cordoglio mio e dei colleghi senatori”. È quanto scrive il presidente del Senato Renato Schifani nel messaggio inviato al prefetto di Agrigento, Umberto Postiglione.

Agrigento

Si farà la passerella nella Valle dei Templi

Si farà la passerella sopraelevata per collegare i due lati del tratto terminale della statale 118, nelle adiacenze del quadrivio di Porta Aurea. E’ in corso di redazione il progetto da parte dell’ufficio tecnico dell’Ente Parco Archeologico. Sarà una struttura precaria che verrà poggiata sui costoni in calcarenite esistenti ai bordi della strada, il tutto senza determinare alcun danno ambientale e soprattutto archeologico. La realizzazione sarà curata dal’associazione dei costruttori. La passerella consentirà di non avere alcuna soluzione di continuità nella visita della zona archeologica. Senza di essa infatti, i turisti provenienti da Porta Quinta dovrebbero attraversare la strada, giunto all’altezza del piazzale del posto di ristoro, determinando la necessità di un altro ingresso all’interno della Valle, ma soprattutto rallentando sensibilmente il traffico.

Cronaca

Scippo in chiesa a Cianciana, arrestato

Finita la funzione religiosa in chiesa erano rimasti solo in due: un’anziana fedele intenta a pregare ed un uomo, in ultima fila, noto comunque alla donna. In pochi attimi la decisione e così l’uomo s’impossessava della borsa fuggendo per le vie del paese. L’immediato allarme lanciato dalla donna e le indicazioni fornite, consentivano ai Carabinieri della locale Stazione, collaborati dalla Polizia Municipale, di rintracciare e arrestare Domenico Paci, 40enne, pregiudicato del luogo e recuperare la refurtiva. L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Sciacca, a disposizione dell’Autorità giudiziaria competente. La borsa ed il suo contenuto sono stati restituiti alla vittima.

Cronaca

Cammarata, denunciato titolare di supermercato per frode in commercio

I carabinieri della compagnia di Cammarata hanno denunciato un palermitano, G.F. per tentata frode in commercio. L’uomo, titolare di una nota catena di supermercati, sostituiva le etichette di qualità del prosciutto sottovuoto posto in vendita nel banco-frigo di un supermercato diversi giorni prima. A scoprire le gravi modalità di sostituzione, è stato un brigadiere dell’Arma in servizio nella compagnia di Lercara Friddi, che intento con la moglie a fare la spesa si è accorto che le etichette erano state sostituite. Il sottufficiale attraverso al compagnia dei carabinieri di Cammarata ha attivato l’intervento del personale del Nas di Palermo. Eseguiti gli accertamenti è ermersa la verità. Il prosciutto posto in vendita e contenuto nelle confezioni oggetto di accertamento era di marca, qualità e prezzo diversi di gran lunga inferiori di quanto indicato. Il prosciutto veniva venduto da 8,50 euro/Kg. a 14,99.

Cronaca

Sciacca, è di Cangialosi il sangue trovato sull’auto sequestrata

Svolta nell’inchiesta sull’omicidio del saccense Michele Cangialosi. In alcuni microscopici reperti trovati all’interno dell’autovettura Citroen C3 sequestrata agli indagati sono state trovate tracce di sangue umano. Tracce ematiche che appartengono alla vittima del feroce omicidio avvenuto a Sciacca e per il quale sono in stato di custodia cautelare in carcere la moglie, Celeste Saieva, l’amante della moglie, Nicola Piazza, Paolo Naro e un minorenne. I Ris dei carabinieri nello scorso novembre hanno effettuato alcuni rilievi nell’abitazione teatro dell’efferato omicidio, sul fuoristrada e sull’utilitaria. Nonostante siano trascorsi mesi dall’omicidio e il degrado dei reperti, i Ris hanno scovato tracce importanti per l’esito delle indagini.

Chiesa

Festa di Sant’Angela Merici a Canicattì

Dal 25 al 27 gennaio prossimo, l'istituto secolare di Sant'Orsola di Canicattì ricorda Sant'Angela Merici. “Educare con la vita” è il tema scelto quest'anno in occasione della festa che si svolgerà nella chiesa Maria SS degli Agonizzanti , a Canicattì. Lunedì prossimo 25 gennaio alle 17 in programma l'adorazione eucaristica guidata da don Emanuele Casula. Martedì 26 , sempre alle 17, incontro giovani e famiglie, a relazionare sarà don Mario Polisano. Mercoledì, 27 gennaio, festa di Sant'Angela, alle 17 celebrazione eucaristica presieduta da don Pino Argento. Dal 28 al 31 gennaio in programma, invece, le sante quarantore.

Cronaca

Cattolica Eraclea, incendio in un’abitazione: famiglia evacuata e danni ingenti

Una famiglia evacuata e danni ingenti all’abitazione. E’ il bilancio di un incendio partito da un magazzino e poi estesosi al primo piano di uno stabile. E’ accaduto la notte scorsa in via San Giuseppe, a Cattolica Eraclea. Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 2. Secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco del comando di Villaseta e dei carabinieri della stazione di Cattolica Eraclea il rogo si sarebbe sviluppato per cause accidentali ma hanno trovato terreno fertile all’interno del magazzino. L’incendio in pochi minuti ha riguardato tutto il seminterrato dell’abitazione. Soltanto dopo oltre due ore di opera di spegnimento, l’incendio è stato domato dai vigili del fuoco. Ingenti i danni. Le fiamme hanno distrutto un ciclomotore, diversi mobili e suppellettili. La famiglia proprietaria dell’immobile in via precauzionale è stata evacuata dai carabinieri. Il fumo ha annerito le pareti della casa, dei piani bassi della palazzina e le scale.

Agrigento

Sagra, programma in dirittura d’arrivo

Ancora niente ufficializzazione ma mancherebbero pochi giorni alla definizione del cartellone di eventi della 65sima Sagra del Mandorlo in Fiore. Il direttore artistico, Carmelo Cantone, che guida il gruppo di lavoro che si occupa in primis dell'organizzazione di tutti gli eventi che gravitano attorno al Festival Internazionale del folklore starebbe anche pensando all'organizzazione di un evento musicale e teatrale in onore di alcuni artisti agrigentini venuti a mancare da poco come il musicista Simone Modica, l’attore Pippo Montalbano, il cantante folk Gian Campione e il coreografo, morto proprio alcuni giorni fa, Pippo Agozzino. Un'altra idea riguarderebbe la riproposizione di “Ciak…si Sagra” un format televisivo, trasmesso dalle emittenti locali, sulla kermesse e sul folklore con la presenza di numerosi ospiti ed esperti. Come noto spetta all'Ente provincia la predisposizione, invece, degli eventi collaterali: a gestirne l'organizzazione il produttore teatrale agrigentino Francesco Bellomo. Due gli eventi principali in via di definizione: il “Concerto dell'amore” del 14 febbraio per San Valentino, dove sul palco quasi certamente saliranno artisti e musicisti locali. Giorno 21, si pensa invece di chiudere la Sagra con la comicità in una serata “folk smile”: si fanno i nomi di comici molto apprezzati nel panorama italiano come Enrico Brignano o Flavio Insinna. Sullo sfondo rimangono le polemiche di albergatori e ristoratori che non hanno potuto, al momento, sfruttare al massimo le potenzialità di attrattiva turistica della Sagra del Mandorlo, essendo ancora oggi, a 24 giorni dall'inizio della kermesse, assente il programma definitivo.

Agrigento

RIFIUTI, SOSPESO SCIOPERO

Lo sciopero annunciato dai sindacati per il prossimo lunedì degli operatori ecologici impegnati nella raccolta dei rifiuti nell’Ato Ag2 è stato revocato. La scelta è stata determinata al termine di un incontro, che il commissario ad acta per i pagamenti, Teresa Restivo, ha tenuto insieme ad alcune ditte che svolgono il servizio e i rappresentanti sindacali. Il commissario ha informato le ditte e gli stessi sindacalisti dell’anticipazione che i comuni hanno garantito con le somme che a sua volta l’Assessorato regionale al bilancio erogherà. Queste assicurazioni sono state considerate buone garanzie per i lavoratori e quindi lo sciopero è stato revocato. «È un’ottima notizia per gli operatori ecologici – ha commentato il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto – determinata da un impegno costante e determinato di tutti, dei sindaci, del commissario Teresa Restivo e dell’amministratore unico Francesco Truglio”.

Cronaca

Servizio idrico integrato, il Cga respinge il ricorso dei sindaci

L’affidamento del servizio idrico integrato a Girgenti Acque è stato legittimo. Lo ha ribadito il Consiglio di Giustizia Amministrativa che ieri, nella tarda serata, ha emesso la sentenza relativa al giudizio d’appello instaurato a seguito del ricorso presentato dai sindaci dei di Palma di Montechiaro, Alessandria della Rocca, Aragona, Bivona, Burgio, Camastra, Cianciana, Joppolo Giancaxio, Licata, Menfi, Montevago, Monteallegro, Naro, Racalmuto, Realmonte, Ribera, San Biagio Platani, Santo Stefano di Quisquina, San Giovanni Gemini, Santa Margherita Belice e Sambuca di Sicilia, dichiarato “improcedibile”.

Cronaca

Canicattì, tentata rapina a distributore carburanti

Tentata rapina ai danni di un distributore di carburanti di Canicattì. La scorsa sera gli agenti del Commissariato di Polizia, si sono portati presso il distributore di carburanti “Erg” sito in viale della Vittoria, dove il gestore Giuseppe Rallo, palmese di 35 anni, ha riferito che poco prima due persone a bordo di un’autovettura, un’ Audi A3 di colore grigio chiaro, di cui non ha letto la targa, dopo essersi fermati con la scusa di effettuare il rifornimento, il passeggero velocemente si è abbassato il berrettino di lana sul viso e ha mostrato una pistola automatica chiedendogli di consegnare l’incasso. Rallo spaventato ha indietreggiato senza consegnare il denaro. I malviventi vista la reazione del gestore e per la presenza di un’altra persona, si sono dati ad una precipitosa fuga. Infagini in corso dei poliziotti canicattinesi, coordinati dal vice questore Corrado Empoli.

Agrigento

SAGRA, la parola alla gente

L'unica cosa certa oggi è la data. La sagra del Mandorlo in fiore di Agrigento si svolgerà dal 14 a 21 febbraio. Al di là dei gruppi folk partecipanti, si attende ancora il programma definitivo della kermesse e delle eventuali iniziative collaterali. Ma cosa pensano gli agrigentini della Sagra e dei ritardi di quest'anno? Siamo andati a sentire le loro opinioni. E proprio le strade cittadine che verranno interessate dalle tradizionali sfilate della domenica e dalla fiaccolata si presentano in precarie condizioni. A partire dalla via Atenea, e dalla sua pavimentazione in molti tratti danneggiata dove mancano pure i sampietrini trasformandosi così in rischio per chi dovrà ballare e sfilare. Altro tratto critico riguarda la salita coniglio dove è presente un'antiestetica recinzione che oltretutto restringe di molto la carreggiata. Transenne e lavori anche a piazza stazione e in via Esseneto, dove sono in corso dei lavori. La speranza è che almeno per la Sagra la città offra la sua faccia migliore eliminando i rischi e presentando un'immagine adeguata.

Cronaca

Operazione antiusura: cominciati gli interrogatori

Sono cominciati gli interrogatori delle persone arrestate dalla Squadra Mobile di Agrigento nell’ambito dell’operazione antiusura “Easy Money”. Davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, sono comparsi Alfonso e Antonio Zambito, padre e figlio, rispettivamente di 61 e 38 anni di Porto Empedocle nonché Salvatore Falzone, 41 anni di Agrigento. Alfonso Zambito non ha risposto alle domande del giudice e si è avvalso della facoltà riconosciuta per legge di non rispondere. Antonio Zambito, invece, ha risposto ammettendo di avere avuto rapporti con Roberto Melfa, ricevendo e scambiando assegni ma di non sapere nulla di usura e di non conoscere l’ex sindaco di Porto Empedocle Paolo Ferrara, vittima della presunta banda di cravattari. I due Zambito sono difesi dall’avvocato Salvatore Pennica. Quest’ultimo difende, insieme all’avvocato Enrico Quattrocchi, Salvatore Falzone che ha negato ogni addebito, anche il più lieve. Ha negato tutto e ha dichiarato pure lui di non conoscere l’ex primo cittadino di Porto Empedocle. Gli altri sei interrogatori sono in programma tra il pomeriggio di oggi e domani.

Agrigento

Aeroporto, D’Orsi prepara la tenda

Il presidente della provincia Eugenio D’Orsi, nel corso di questa settimana farà montare la tenda nelle villette di piazzale Aldo Moro e vi trasferirà il proprio ufficio. Svolgerà in quella tenda tutte le attività connesse con il proprio ufficio, comprese le sedute della Giunta. E’ un segnale di preoccupazione per il silenzio che è improvvisamente calato sulla vicenda. Da parecchie settimane è stato consegnato il progetto e si aspetta larisposta ufficiale da parte dell’Enac.

Cronaca

Incidente stradale mortale

E' stato un terribile scontro a non lasciare scampo a, Salvatore Taffari, 43 anni morto a seguito di un incidente stradale lungo la strada statale 115 tra i comuni di Ribera e Sciacca, nell'agrigentino. Il 43enne non ha fatto neanche in tempo ad arrivare in ospedale, è deceduto in elisoccorso poco prima dell’arrivo al nosocomio di Sciacca. Altre due persone sono rimaste ferite e trasportate con le ambulanze del 118 negli ospedali di Ribera e Sciacca. Per cause ancora in corso di accertamento della Polstrada si sono scontrate due autovetture, un Opel Astra e una Ford Focus. La vittima viaggiava sulla prima vettura, assieme ad un 40enne di Menfi, rimasto ferito così come la conducente della Focus, una agrigentina di 48 anni. Duro è stato il lavoro dei vigili del fuoco che hanno estratto i feriti dalle lamiere contorte dei mezzi coinvolti nello scontro. La Polizia Stradale di Sciacca e Agrigento sta cercando di ricostruire l’esatta dinamica del terribile incidente . Il traffico veicolare nella zona è andato completamente in tilt con lunghe file di autovetture e camion.