Top Videos
  • Intervista al candidato sindaco di Agrigento Mario Gallo
    8465 76
  • Operazione “la carica dei 104” : 19 arresti
    5741 76
  • Speciale Interviste ospite Simona Carisi 21 08 2014
    5110 76
  • Piano giovani la procura apre un fascicolo
    4134 76
  • Crocetta e Piano Giovani: in bilico il nuovo bando
    3605 76
  • Piano giovani il bando della discordia
    3372 76
  • Addio al vecchio libretto, il certificato di proprietà ora è digitale
    3304 76
  • Telegiornale del 10-04-2014 ore 14:00
    2866 76
  • Obbligo accatastamento caldaie, intervento adoc
    2697 76
  • VIlla del Sole sarà data in gestione intervento di Di Rosa
    1995 76

Autobus urbani sporchi: la denuncia del movimento “Mani Libere” Agrigento

Autobus urbani sporchi: la denuncia del movimento “Mani Libere” Agrigento
Rate this post

Carenze igieniche sugli autobus per il trasporto urbano e caro corse, questi in sintesi sono i problemi denunciati e documentati dal movimento “Mani Libere” di Agrigento coordinato dall’ex consigliere comunale Giuseppe Di Rosa. Quest’ultimo domenica scorsa ha filmato lo stato di degrado in cui versava l’autobus della TUA che collega il centro cittadino con la frazione balneare di San Leone. Nelle immagini è visibile, tra le altre cose anche la sabbia, trasportata a bordo dai tanti bagnanti che raggiungono i lidi con il mezzo pubblico, ma nel filmato si vede anche la sporcizia presente sui finestrini e per terra con i biglietti lasciati cadere dai passeggeri indisciplinati. Nel periodo estivo, la “circolare” è molto utilizzata soprattutto dai turisti che a differenza di molte altre città, pagano il biglietto dei trasporti urbani a singola corsa e non a tempo. Una situazione certamente nociva all’immagine di una città che registra un incremento delle presenze turistiche. Per questo motivo il movimento “Mani Libere” chiede ai consiglieri comunali di dedicarsi, oltre che alle liti di Aula Sollano, anche alle problematiche del servizio ti trasporto pubblico che necessita di maggiori controlli.

Condividi

Categorie: Agrigento, disagi, San Leone, TUA, Turismo