fbpx

Nei prossimi giorni, in diversi comuni della nostra Provincia si terranno le elezioni amministrative e sul tema interviene l’Azione Cattolica di Agrigento.

L’Associazione auspica che “l’impegno politico nelle Amministrazioni locali venga svolto con consapevolezza e sincerità di cuore, per il raggiungimento del Bene comune, dell’efficienza amministrativa e del progresso economico, sociale e culturale delle nostre comunità in questa amata terra agrigentina, che ha il diritto di avere una classe dirigente adeguata, formata da figure animate da un alto senso civico e morale: donne e uomini che siano in grado di mettere al centro delle loro scelte e delle loro iniziative la persona, per salvaguardarne e difendere la dignità ed i diritti. Il prossimo passaggio elettorale possa selezionare Amministratori capaci di far progredire le comunità loro affidate, specialmente le categorie più deboli e svantaggiate”.L’Azione Cattolica riafferma con forza che “la politica è la forma più alta di carità; è e rimane strumento privilegiato per servire l’uomo e le sue necessità; pertanto, l’Associazione incoraggia quanti hanno deciso di mettersi a servizio della cittadinanza e ripropone gli appelli di Benedetto XVI e dei vescovi italiani per una «nuova generazione di laici impegnati».

I candidati che hanno come progetto di vita il Vangelo hanno la responsabilità di proiettare nei comportamenti, nei programmi e nelle scelte amministrative i criteri della fede, che significa spendersi per la giustizia, la pace, la solidarietà, la tutela del creato e della vita, il diritto al lavoro e per tutto ciò che attiene la promozione della persona, a partire dagli ultimi, incarnando nella prassi la dottrina sociale della Chiesa. Sono chiamati al dialogo ed al confronto con le persone di buona volontà; debbono avere a cuore il comune dovere di non fare riduzioni ad interessi di parte, o peggio compromessi nel malaffare.Gli elettori – tutti i cittadini – esercitino il loro diritto di voto e quindi di scelta e di protagonismo. Dunque il voto sia una espressione libera e coerente.L’Associazione auspica, altresì, che “il tenore della campagna elettorale sia improntata al più alto senso civico, intrisa di moralità, ricca di progetti e contenuti”.