fbpx

I giudici della sezione penale del Tribunale di Agrigento (presidente Sabatino) hanno condannato a 6 anni di reclusione il noto imprenditore Vincenzo Randazzo. Due anni e sei mesi, invece, sono stati inflitti alla moglie Carmela Greco. Il processo per bancarotta fraudolenta riguardava il fallimento della società Sogeim dalla quale – secondo la pubblica accusa – sarebbero stati sottratti beni per oltre 6 milioni di euro. I due imputati sono inoltre stati condannati al pagamento del risarcimento dei danni in favore della curatela fallimentare che, rappresentata dall’avvocato Salvatore Mauruizio Buggea, si era costituita parte civile. Per questi fatti Randazzo era stato arrestato nel luglio 2005. Gli imputati sono stati assistiti dagli avvocati Salvatore Re e Diego Galluzzo.