Barcone carico di migranti rischia di colare a picco, tunisini salvati da un peschereccio

Uno sbarco “fantasma” a Sciacca, un barcone intercettato dalla Guardia di finanza e una “carretta del mare”, che aveva già iniziato ad imbarcare acqua, soccorsa da un peschereccio di Porto Empedocle. L’emergenza immigrazione, per le coste Agrigentine, prosegue. L’ultima, in ordine di tempo, “carretta del mare” è stata avvistata a circa 30 miglia dalla costa di Porto Empedocle da un peschereccio, impegnato in una battuta di pesca, della città marinara. Il natante aveva già iniziato ad imbarcare acqua e, a causa del mare mosso, rischiava di colare a picco. I pescatori empedoclini non ci hanno pensato nemmeno un secondo e subito si sono mobilitati per soccorrere i 14 migranti. E’ stato effettuato, con tutte le precauzioni del caso, il trasbordo e i 14 tunisini, fra cui un uomo che sta male, sono stati fatti salire sul peschereccio. E’ stato lanciato l’allarme alla Capitaneria di porto che ha immediatamente “dirottato” sul posto le motovedette.