fbpx

Nel corso della seduta del consiglio comunale di Agrigento che ha ripreso ieri la sua attività, oltre alle questioni relative al piazzale Rosselli, alla salita Coniglio, all’inquinamento san leonino e alla questione del depuratore, si è parlato anche dei beni comunali. L’assise ha così approvato il Piano delle dismissioni e della valorizzazione del patrimonio immobiliare del Comune. Su proposta del Consiglio non è stato inserito il Palazzo Tomasi, sostituito con il Palazzo Antitracomatosario. Al vaglio resta la proposta di inserire nell’elenco anche la scuola Lauricella. Il piano servirà a fare cassa. Saranno messi in vendita l’ex caserma dei vigili del fuoco del viale della Vittoria, del valore di oltre 3 milioni di euro, il palazzo del Boccone del povero, del valore anch’esso di tre milioni di euro. Tra gli altri immobili, un magazzino del viale della Vittoria, un appartamento e un magazzino in via Garibaldi, l’attuale caserma di Villaseta, per un totale di oltre 11 milioni di euro che saranno destinati a spese per investimenti.