BENI CONFISCATI ALLA MAFIA, AL VIA LE PRIME CONSEGNE

Sono piu’ di 200 gli immobili confiscati alla mafia  e consegnati  per essere destinati ad emergenze abitative e finalità sociali. Si tratta infatti di appartamenti ed appezzamenti di terreno. Destinatari, gli amministratori di  24 comuni delle province di Siracusa, Catania, Messina, Ragusa, Agrigento, Caltanissetta ed Enna. Un provvedimento disposto  dal direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla mafia,  Umberto Postiglione. Sono undici gli immobili confiscati alla criminalità organizzata nel territorio siciliano  che potranno così tornare alla legalità. Gli immobili dislocati nelle province di Messina, Agrigento e Catania, entrano così nella disponibilità del patrimonio dello Stato e verranno destinati alle forze dell’ordine. Due gli appartamenti che appartengono ad Agrigento  e un fabbricato al comune di Ribera.  Un chiaro segno di legalità e che , allo stesso tempo, riesce a rispondere alle esigenze sociali.

Un commento su “BENI CONFISCATI ALLA MAFIA, AL VIA LE PRIME CONSEGNE

I commenti sono chiusi.