Brandara. Lotta al cemento selvaggio News Agrigentotv

Lotta all’abusivismo edilizio e contrasto al dissesto idrogeologico nel piano del nuovo assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, Toto Cordaro. “Il 7 gennaio presenteremo il report e manderemo tutto alla Procura”, ha detto al Giornale di Sicilia. C’è poi il contrasto al dissesto idrogeologico: dalle rilevazioni effettuate ci sono grandi patrimoni come Eraclea Minoa e Selinunte destinati a scomparire. “Ma – ha detto l’assessore – non posso agire perché a gestire i fondi del Patto per la Sicilia resta, per assurdo, l’ex assessore Croce”.
Il commissario straordinario di Licata, Maria Grazia Brandara, aplaude all’iniziativa del neo assessore regionale all’Ambiente e commenta: “Iniziativa che, peraltro si pone in continuità con l’opera avviata dall’assessore Mariella Lo Bello nel governo Crocetta. Lo so bene perché ero nel suo ufficio di gabinetto”.
“La politica dovrebbe anticipare la magistratura – prosegue Brandara – . Se la legge lo prevede, bisogna abbattere. A maggior ragione, lo si deve fare in caso di sentenze. Le risorse nei Comuni ci sono, esiste anche il fondo nazionale di rotazione. Vero, a volte i Tar frenano gli interventi. Spesso, però, il problema sta altrove e allora ha ragione il ministro Andrea Orlando che vuole accentrare allo Stato questa competenza”.