fbpx

L’ex presidente del Consiglio comunale, Carmelo Callari è comparso per l’interrogatorio, questa mattina davanti al gip, Luca D’Addario, dopo l’arrivo dell’obbligo di dimora a carico dell’esponente politico per presunti viaggi per fini privati pagati dal Comune di Agrigento. Callari, accompagnato dai suoi legali, Arnaldo Faro e Santina Nora Campo, si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma è detto pronto in seguito a rispondere a qualsiasi domanda. Callari, questa mattina ha presentato ufficialmente le sue dimissioni, già protocollate dal dirigente generale, ed ha annunciato che verserà un risarcimento a titolo di cauzione, circa un migliaio di euro, per il danno presumibilmente arrecato al Comune, riservandosi poi, in caso di sentenza a lui favorevole di donare questo denaro alla Mensa della solidarietà.