fbpx

I carabinieri della compagnia di Cammarata hanno denunciato un palermitano, G.F. per tentata frode in commercio. L’uomo, titolare di una nota catena di supermercati, sostituiva le etichette di qualità del prosciutto sottovuoto posto in vendita nel banco-frigo di un supermercato diversi giorni prima. A scoprire le gravi modalità di sostituzione, è stato un brigadiere dell’Arma in servizio nella compagnia di Lercara Friddi, che intento con la moglie a fare la spesa si è accorto che le etichette erano state sostituite. Il sottufficiale attraverso al compagnia dei carabinieri di Cammarata ha attivato l’intervento del personale del Nas di Palermo. Eseguiti gli accertamenti è ermersa la verità. Il prosciutto posto in vendita e contenuto nelle confezioni oggetto di accertamento era di marca, qualità e prezzo diversi di gran lunga inferiori di quanto indicato. Il prosciutto veniva venduto da 8,50 euro/Kg. a 14,99.