fbpx

I carabinieri della stazione di Campobello di Licata hanno arrestato Cristian Drago, 19 anni, e due ragazzi minorenni, poiché ritenuti responsabili di rapina aggravata in concorso, lesioni personali e porto di coltelli di genere vietato. I militari dell’Arma hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento e dal Tribunale per i minorenni di Palermo poiché, dopo complesse indagini, è stato accertato che i tre giovani nella serata dell’8 aprile scorso, avevano perpetrato una rapina ai danni di una tabaccheria sita in Campobello di Licata. Le indagini hanno permesso di accertare che i tre giovani, armati di 2 coltelli e con il volto travisato, si erano introdotti nell’esercizio commerciale intimando ai proprietari di consegnargli il denaro custodito nella cassa. Accortisi che non c’erano soldi, i malviventi, dopo aver ferito ad un braccio uno dei titolari,avevano asportato un blocco di “gratta e vinci” del valore di oltre 1000 euro per poi darsi alla fuga a piedi per le vie vicine. Espletate le formalità di rito, il maggiorenne è stato condotto presso la propria abitazione ove sconterà la misura cautelare degli arresti domiciliari, mentre i minorenni sono stati associati all’Istituto Penale Minorile “Malaspina” di Palermo, tutti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.