fbpx

Sono stati arrestati dalla polizia nella tarda serata di venerdì gli autori della rapina compiuta ai danni di una gioielleria situata in via Garilli, a Canicattì. In manette sono finiti due cittadini di nazionalità rumena, Gabor Petrica, 29 anni, e Galusca Costantin, 27 anni. Nella banda anche una donna di 35 anni,denunciata a piede libero, in quanto in stato di gravidanza. I dettagli dell’operazione che ha portato all’arresto dei due rumeni sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa che si è svolta presso il Commissariato di Canicattì. 30 mila euro il bottino della rapina compiuta nella tarda mattinata di ieri nella gioielleria Giusy. Il titolare del negozio, colpito alla testa da uno dei rapinatori, in un primo momento, non era stato in grado di stabilire se mancavano gioielli. Solo in un secondo momento, dopo una attenta verifica si è accorto del furto di 2 custodie di bracciali ed anelli per un valore appunto di 30 mila euro.L’uomo aveva fatto entrare quelli che credeva dei potenziali clienti, senza sospettare nulla. Dopo avere aperto la cassaforte per mostrare alcuni preziosi è stato minacciato dai rapinatori. Il gioielliere ha cercato di reagire, ma è stato raggiunto da un colpo alla testa, perdendo i sensi. I rapinatori si sono poi data alla fuga, mentre l’uomo è riuscito ugualmente a riprendersi e a dare l’allarme. Avviate le indagini i poliziotti sono riusciti in poche ore a risalire e a fermare i tre malviventi.